Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

30 Settembre 2020

Pugni ed offese per un Rolex falso, albanese colpisce un senegalese


Livorno – Offese, spinte e cazzotti per un orologio falso. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di oggi, martedì 18 ottobre, al Mercato centrale di piazza Cavallotti, che attorno alle sei di sera era piena di uomini e donne in giro a fare acquisti. Un albanese di 35 anni e un venditore ambulante senegalese di 38 anni sono venuti alle mani per un orologio, con quest’ultimo che è finito al Pronto soccorso con un trauma facciale per aver preso dei pugni in faccia. In base a quanto lo stesso albanese ha dichiarato alla Polizia comunale, che sta indagando, il venditore si è avvicinato all’albanese proponendogli la sua merce e quest’ultimo è rimasto attratto da un orologio tipo Rolex. “Il senegalese me l’ha spacciato per vero ma io mi sono accorto che era falso e ho rifiutato, però lui insisteva e voleva darmelo a tutti i costi, garantendo che era autentico”, ha detto l’albanese ai vigili della Polizia municipale. Non si sa bene se per l’insistenza del senegalese, o per la reazione di questo a seguito di un’offesa ricevuta dall’albanese o se per altro ancora, fatto sta che, a un certo punto, l’albanese ha aggredito il senegalese e quest’ultimo ha avuto la peggio. In suo aiuto sono accorsi dei connazionali e altri giovani africani che erano in zona con le loro merci da vendere, che hanno cercato di soccorrerlo e hanno inveito contro l’albanese, che pare sia stato anche accerchiato. I vigili della Polizia municipale, che erano in zona, sono intervenuti con immediateza per separare le parti. Entrambi i vigili sono rimasti feriti. Un’ambulanza della Svs inviata dal 118, che nel frattempo era giunta sul posto, ha portato il senegalese al Pronto soccorso dell’Ospedale di viale Alfieri. L’albanese è stato invece ascoltato dalla Polizia municipale e solo in un secondo momento è stato condotto, sotto scorta, anch’egli in Ospedale. Gli agenti della Polizia municipale hanno piantonato i due uomini al Pronto soccorso al fine di evitare reazioni o nuove aggressioni. Il senegalese sarà ascoltato domani. Non è chiaro se i due siano a posto con i documenti di soggiorno e quindi regolari e non clandestini.