Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

24 Novembre 2020

Ragazzi del Parco del Mulino, la prima volta su neve e sci


(Gianna De Gaudenzi) Livorno, 14 febbraio – Con uno slancio forse azzardato (ma non troppo) i responsabili della Cooperativa del Parco del Mulino hanno aderito alla proposta dell’AIPD di Mantova per una vacanza sulla neve nel mese scorso.
Gli amici di Mantova erano stati ospiti nella struttura di Livorno per le vacanze al mare nell’estate scorsa e da qui è nato il “gemellaggio” tra le due associazioni.
Il 15 gennaio con grande entusiasmo 4 ragazzi, Edoardo, Giorgio, Federico e Paolo, con i loro educatori Marco e Gabriele sono partiti per questa nuova avventura, destinazione prima Mantova dove sono stati accolti dagli 11 ragazzi mantovani e dai loro educatori, per una giornata di condivisione dei preparativi ed organizzazione delle giornate successive. Il giorno successivo Val di Fassa.
Un’esperienza nuova, faticosa. Gli scarponi sono duri e fanno male. E poi in montagna non sempre c’è il sole. Primo giorno nella bufera, ma il tempo non ha fermato i nostri ragazzi che hanno sciato tutto il giorno con i nuovi amici e con il supporto di due ottimi maestri Federico e Giorgia. Per fortuna il secondo giorno il tempo è stato bellissimo.
Ma la montagna non è solo fatica e sci, quindi i nostri ragazzi si sono rilassati e hanno sciolto i muscoli dolenti in una meravigliosa piscina nella neve, immersi tra le montagne.
Peccato che le vacanze finiscono e quindi si è costretti a salutare i nuovi amici e tornare a casa, alla routine di tutti i giorni, ma prima un salto nella cultura con visita di Mantova, bellissima città, un po’ umida di questa stagione.
Un ringraziamento e un arrivederci ai ragazzi di Mantova, al loro coordinatore Riccardo Bonfà e ai loro operatori Damiano e Nicola. Un arrivederci perché questa nuova esperienza è l’inizio di un percorso, di nuove avventure in amicizia.
Questa oltre ad essere una “vera vacanza”, è stata l’occasione per verificare quanto sperimentato e costruito durante tutto l’anno con i ragazzi attraverso i percorsi di autonomia, permettendo loro di acquisire nuove capacità.(Nelle foto il gruppo dei livornesi sulla neve)