Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

giovedì 22 Agosto 2019

Rom di Cascina e Ponsacco, pentastellati dal prefetto di Pisa


Pisa, 15 gennaio 2019 – Una nota del movimento Cinquestelle fa sapere che ieri, lunedì 14 gennaio, i deputati Yana Ehm e Francesco Berti hanno incontrato il prefetto di Pisa, Giuseppe Castaldo, in merito alla questione dello sgombero del campo rom di Cascina e il trasferimento degli stessi a Ponsacco. Hanno partecipato all’incontro anche i consiglieri comunali dei Cinquestelle di Cascina Claudio Loconsole e di Ponsacco Gianluigi Arrighini e Michele Martini.

Nel corso dell’incontro, soffermandosi sulla consequenzialità che lega la vicenda di Cascina a quella di Ponsacco, è stato affrontato il tema della gestione dell’immobile di Via Rospicciano e dei possibili rischi per i cittadini ponsacchini, rischio aggravato dal recente sgombero del campo rom di Cascina.
“Una volta spente le telecamere dello sgombero, si è infatti verificato un vero e proprio ‘trasloco’ degli abitanti del campo rom di Cascina verso l’immenso stabile di via Rospicciano, zona di degrado e di scarsa igiene a Ponsacco”, si legge nel comunicato. “Il prefetto appena insediato era a conoscenza del fatto, ed ha promesso di recarsi a breve proprio nei luoghi di Cascina, dove il vecchio campo non risulta ancora bonificato. Soprattutto, ha promesso di dedicare particolare attenzione allo stabile di Via Rospicciano di Ponsacco”.

Quello che i deputati pentastellati temono, infatti, è che la politica dello sgombero adottata a Cascina crei un precedente e che l’immobile situato proprio nel centro di Ponsacco diventi ancora di più una zona percepita come insicura. tale immobile, secondo quanto si legge nella nota, infatti “può contenere ben più dei circa cento attuali residenti”. Il rischio, di conseguenza, è che Ponsacco divenga meta di altri traslochi post-ruspa che avverranno in Toscana.
“L’altissima presenza di minori rende la questione ancora più urgente”, si legge ancora nel comunicato “E’ necessario che siano garantiti i loro diritti come la frequenza scolastica”.

Il prefetto Castaldo, secondo quanto si legge a conclusione della nota stampa, “ha auspicato un tavolo di concertazione per i prossimi eventuali sgomberi”. I due deputati pentastellati, la Ehm e Berti, concludono che saranno presenti a tale visita “per garantire ai cittadini risposte celeri ed adeguate”.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,