Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

1 Ottobre 2020

Rossi a Pisa: “Dalle parole ai fatti, serve una conferenza di Area vasta”


Pisa, 7 luglio – “Il materiale prodotto in vista della riunione odierna da tutti i soggetti interessati, non solo dalla Regione, è cospicuo ed importante. Lancio perciò una proposta. Alla ripresa, dopo la pausa estiva, si cominci a lavorare per una Conferenza di Area vasta dedicata al tema delle infrastrutture e dei collegamenti, non solo in termini ferroviari o di viabilità, ma di come la realtà dell’Area Vasta possa connettersi valorizzando le differenti presenze esistenti al suo interno”.
Questa è la proposta lanciata dal presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, intervenuto al convegno “Strategie di crescita” organizzato dal Comune di Pisa e svoltosi alla locale Camera di commercio sui progetti strategici per la città di Pisa e il suo comprensorio. Lo rende noto l’agenzia d’informazione Toscana Notizie della Giunta regionale toscana.

Il presidente Rossi ha parlato della necessità di “costituire un gruppo tecnico di lavoro per progettare un programma serio di investimenti” precisando che “occorre una governance di Area vasta” e “uno scatto di governance e di azione”.
“Noi, come Regione, abbiamo fatto cose importanti su Pisa, dagli investimenti per l’Ospedale a quelli per l’Università e il mondo della ricerca collegato alle imprese”, ha aggiunto Rossi. “Siamo pronti a fare ancora la nostra parte. Ma bisogna al contempo trovare una sintesi con gli Enti locali interessati, con il Governo, con le organizzazione economiche, per il definitivo passo in avanti”.

Rossi ha anche sottolineato il ruolo di Pisa nell’ambito dell’Area Vasta costiera, definito “di primaria importanza” ma che tuttavia deve saper connettersi a quello delle altre realtà. Ha affermato, Rossi, a tal proposito: “La forza di Pisa, oggi, si contrappone alla debolezza di quello che le sta attorno, a cominciare da Livorno, ma anche Massa e Carrara. Il fatto che Pisa, oggi, rappresenti un polo fortissimo per la Toscana costiera, deve diventare elemento di forza anche per altre realtà territoriali”.