Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Rotary Club Livorono, una vettura consegnata all’associazione “La casa Onlus”


Livorno, 30 ottobre. Il Rotary Club Livorno ha promosso, tra gli altri, un progetto per sviluppare ed agevolare le attività di assistenza e di supporto dell’Associazione La Casa Onlus.
Il Progetto District Grant è il Progetto che il Presidente della nuova annata rotariana, dal 1 giugno al 31 luglio, nei mesi che precedono il suo insediamento, imposta e presenta al Distretto di riferimento (per la Toscana il Distretto 2071) che lo approva ed invia al Rotary International che, una volta ritenuto in linea con i Principi ed i Valori Rotariani, lo finanzia mediante un contributo in percentuale. Il progetto è in pieno svolgimento e nel mese di ottobre sono iniziate le attività di supporto psicologico, di musicoterapia e di terapia occupazionale.
Nei giorni scorsi è stata consegnata all’associazione la vettura, acquistata dal Rotary Club Livorno, che consentirà ai volontari di accompagnare in piena autonomia, gli ospiti de “La Casa” alle visite mediche e alle terapie necessarie.
L’Associazione, con sede a Quercianella, si occupa di dare assistenza, ospitando soggetti autosufficienti con patologie oncologiche ed associate ad un disagio sociale e affettivo, senza famiglia e con gravi problemi economici. L’attività svolta è di alto valore sociale in quanto è rivolta a persone che oltre alla sofferenza per la malattia hanno necessità di supporto, sia sotto l’aspetto economico e materiale, ma anche sotto l’aspetto umano e, soprattutto, psicologico. Normalmente le persone che usufruiscono dell’ospitalità sono in forte sofferenza non solo per la malattia, ma anche per la mancanza di risorse e di affetti, comportando una situazione psicologica molto delicata.
L’associazione opera in stretto contatto con il reparto di Cure Palliative dell’Ospedale di Livorno ed è proprio tale reparto a segnalare all’associazione le persone che, dovendo essere dimesse dopo un periodo di degenza, non avrebbero una sistemazione decorosa ed adeguata per il loro stato di salute.
Per questo motivo il progetto “La Casa” è prevede numerose attività sinergiche: acquisto di una piccola utilitaria con lo scopo di avere un mezzo di trasporto per accompagnare gli ospiti nel caso di visite mediche o terapie oncologiche. Il mezzo serve anche per espletare le normali pratiche amministrative degli ospiti e per le esigenze dell’associazione; supporto psicologico per gli ospiti dell’associazione e anche al personale ai volontari. In particolare il percorso è indirizzato agli ospiti della struttura affinché possano continuare a scrivere le pagine della loro vita in un clima familiare accogliente e di sostegno. Contemporaneamente si rivolge agli operatori, loro compagni di viaggio, per offrire loro gli strumenti per leggere questi documenti umani, trasformando i bisogni degli ospiti in un incontro di solidarietà. Sessioni di terapia occupazionale per agire sul mantenimento delle abilità residue dell’ospite, ma in particolare per sperimentare una vita comunitaria di condivisione, occupazioni e sentimenti, andando così ad abbattere la solitudine e il senso di abbandono. Attivazione di un percorso di musica e musicoterapia per stimolare la dimensione esistenziale degli ospiti proponendo uno spazio che permetta di elaborare il dolore e la sofferenza e consentire di avviare un processo di cambiamento e di trasformazione.