Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

domenica 17 Novembre 2019

Salvetti e Raspanti alla Chiccaia, a gennaio l’immobile sarà sgomberato


(Simone Consigli) Livorno, 21 agosto 2019 – Il termine imposto per lo sgombero degli occupanti della ‘Chiccaia’ è inderogabilmente stabilito per la fine del 2019, dovute le deroghe per le feste natalizie se ne parlerà dunque a gennaio. La notizia dura e cruda è stata data direttamente dal sindaco Luca Salvetti e dall’assessore Andrea Raspanti agli occupanti, riuniti nel cortile del blocco della ‘Chiccaia’ per un incontro già programmato.

L’amministrazione comunale si prende carico di sgomberare l’immobile occupato da anni in maniera illegale in ragione di un progetto di riqualifacazione del quartiere e della città, al posto dell’immobile fatiscente che verrà demolito sorgerà un nuovo complesso di edilizia residenziale pubblica dotato di 54 alloggi. “L’emergenza è chiara – si rivolge agli occupanti Luca Salvetti – dobbiamo sgomberare l’immobile in ragione del tempo insostenibilmente lungo che ha visto perdurare e peggiorare questa criticità e perché è nostro dovere intervenire per riqualificare questo luogo storico di Livorno”.

Riguardo alla collocazione degli occupanti, ovvero 37 nuclei di occupanti illegali e 9 nuclei di proprietari il sindaco e l’assesore dichiarano, mentre piovono le domande degli astanti, che la direzione obbligatoria è sfruttare soluzioni delegate alle competenze dell’emergenza abitativa e non alla ricollocazione in graduatorie Erp, poiché per legge, chi occupa illegalmente edifici Erp perde poi il diritto alla ricollocazione in graduatoria. Immediato è il confronto con la parallela emergenza riguardo agli occupanti della torre della Cigna, molte rimostranze espresse dagli occupanti infatti, sono state sul fatto del diverso trattamento degli occupanti della torre, di proprietà di un ente privato, che potrebbero avere accesso, qualora fossero in graduatoria al momento dell’ormai imminente sgombero, alla ricollocazione in essa, commenta così il sindaco:”anche a me sembra un’assurdità, ma è la legge”.

Per ospitare i nuclei che verranno sgomberati dalla ‘Chiccaia’, famiglie che dal gennaio 2020 saranno di fatto senza un tetto, le soluzioni prese per ora al vaglio dal Comune sono quelle delle coabitazioni, ma numerose sono state le lamentele degli occupanti intervenuti al confronto con l’amministrazione, poiché ci sono due donne incinte e parecchi bambini piccoli. In rilievo alla difficoltà di dare un tetto a queste famiglie il sindaco Luca Salvetti dichiara:”la solidarietà livornese che mi aspettavo da enti e istituzioni private possessori di immobili sfitti non c’è stata, sono deluso ma non ci arrendiamo – continua – daremo risposta alle domande degli occupanti”. A questo punto il sindaco è assediato dalle domande degli occupanti che vogliono i nomi delle istituzioni private che hanno negato il loro aiuto, Salvetti risponde così: “Mi basta che queste cose le sappiano le persone che hanno ricevuto le nostre richieste di aiuto, abbiamo fatto più di 20 tentativi con soggetti diversi e abbiamo ricevuto risposta positiva solo in due casi”.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,