Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

21 Gennaio 2021

Sarà Livorno la sede del Toscana Pride 2020, in piazza il 20 giugno


Livorno, 20 gennaio 2020 – Il Toscana Pride si svolgerà il prossimo 20 giugno a Livorno. La notizia è stata resa nota nella mattinata di oggi, lunedì 20 gennaio, dal Comune di Livorno attraverso una nota stampa ed è rimbalzata con immediatezza sui social.

Il comitato organizzatore del Toscana Pride, il Gay Pride regionale, ha dichiarato la propria soddisfazione. Il sindaco Luca Salvetti ha dichiarato: “Voglio ringraziare il comitato protomore per aver scelto la nostra città offrendole una preziosa opportunità di rilanciare la propria vocazione storica di città aperta e cosmopolita, in prima fila nella difesa dei diritti e delle libertà civili. Voglio anche complimentarmi con il nuovo presidente del comitato, il livornese Luca Dieci. Nei mesi che ci separano da questo importante evento potrà contare sulla collaborazione e sul sostegno mio e di tutta l’Amministrazione comunale”.

Il Toscana Pride è nato da un percorso politico intrapreso quattro anni fa da un’ampia rete di associazioni toscane che oggi compongono il Comitato promotore: Agedo Toscana, Arcigay Arezzo Chimera Arcobaleno, Arcigay Livorno Libertà e Diritti, Arcigay Siena Movimento Pansessuale, Azione Gay e Lesbica Firenze, Collettivo Asessuale Carrodibuoi, Associazione Consultorio Transgenere Torre del Lago, Famiglie Arcobaleno Toscana Firenze, Ireos Comunità Queer Autogestita Firenze, Luccaut Lucca, Pinkriot Arcigay Pisa, Polis Aperta e Rete Genitori Rainbow.

“Un evento importante”, ha affermato l’assessore ai Diritti, Andrea Raspanti, “che cade in un momento delicato in cui pregiudizi e intolleranza stanno purtroppo riguadagnando terreno. Lavoreremo con le associazioni impegnate su questo fronte per sviluppare, intorno al Pride, una serie di occasioni di riflessione e crescita culturale”.

Nel comunicato diffuso dal Comitato Toscana Pride si legge “ L’omo-lesbo-bi-transfobia esiste e non è più un fatto isolato, riguarda la quotidianità di tantissime persone che si ritrovano ad avere paura e a non sentirsi al sicuro nelle loro case, nei locali che frequentano, nelle strade delle loro città. Noi crediamo che le persone LGBTQIA+ abbiano il diritto di vivere da persone libere, godendosi i propri amori alla luce del sole. Non è un Paese civile quello in cui si è lasciati da soli e da sole contro chi utilizza l’odio come linguaggio e la violenza come pratica. I Pride servono anche a questo, a sentirsi parte di una comunità resistente che si impegna nella costruzione di un mondo senza discriminazioni. E il Toscana Pride è oggi più che mai, la casa di tutte e di tutti”.

Si può aderire al Toscana Pride scrivendo a: adesioni@toscanapride.eu e sostenere l’evento tramite bonifico sul conto corrente IT 25P0 3069 0960 6100 0001 50545 (Banca Intesa). Intestato a: Toscana Pride.
Info su www.toscanapride.eu.