Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

28 Settembre 2020

Saranno demolite la baracchina del Gymnasium e l’edicola di via Pisana


Livorno – Sarà demolita la baracchina attigua al Gymnasium di via Nievo, all’incrocio con viale Carducci, ed anche l’edicola di via Provinciale Pisana nei pressi della Fonte di Santo Stefano. La giunta comunale ha approvato il progetto per l’abbattimento di entrambi gli edifici, da tempo in disuso, entrambi di proprietà comunale.

Il declino del bar gelateria.

La baracchina di viale Ippolito Nievo, adibita a bar-gelateria, nel 1999 fu affidata in concessione dal Comune di Livorno a un soggetto privato. Alla scadenza del contratto, nel 2011, vista la situazione di morosità, il Comune dette inizio alla procedura per ritornare in possesso dell’immobile, fino allo sgombero eseguito dalla polizia municipale nel giugno 2013 (peraltro l’attività era già chiusa da alcuni mesi). Successivamente fu presa la decisione di non procedere a un nuovo affidamento e di demolire il manufatto, in considerazione delle scadenti condizioni di manutenzione e della presenza di opere realizzate abusivamente, della scarsa redditività del bar per la presenza di altri esercizi pubblici nelle vicinanze, e in considerazione dell’intralcio alla circolazione provocato dalle auto dei clienti spesso lasciate sul marciapiede. La baracchina interrompe la pista ciclabile, tanto che l’assessore Aurigi spiega: “La baracchina interrompe la pista ciclabile di viale Nievo, e il suo abbattimento consente di ricongiungere questo percorso ciclabile a quello di viale Carducci (stazione-porto). Dunque un intervento necessario alla riqualificazione dell’isolato adiacente al Gymnasium, in armonia con il tessuto urbano circostante”. E infatti, nel progetto definitivo che adesso la giunta ha finanziato per 29mila euro, oltre all’abbattimento e rimozione del manufatto è previsto il completamento della pista ciclabile. “Un intervento necessario alla riqualificazione dell’isolato adiacente al Gymnasium

Sparisce l’edicola dismessa.

La rimozione dell’edicola, che già da diverso tempo versa in stato di abbandono, è ricompresa in questo stesso intervento. Il Comune ha optato per la non riqualificazione perché il costo sarebbe sproporzionato al valore del manufatto, e perché per ragioni di sicurezza è opportuno liberare il marciapiede, in quanto allo stato attuale lo spazio per il transito dei pedoni è troppo ristretto.
“Una risposta dovuta ai tanti cittadini che più volte hanno richiesto il ripristino del decoro di questo spazio pubblico – dice l’assessore Aurigi – era doveroso che l’Amministrazione Comunale intervenisse per riqualificare l’area”.