Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

10 Aprile 2020

Se sei sano e non ce la fai a stare a casa, in epoca di coronavirus fai il volontario


(Anna Viola) Livorno, 23 marzo 2020 – L’Italia sta vivendo in questi giorni un’emergenza sanitaria senza precedenti. I volontari di molte associazioni stanno, di conseguenza, aumentando il loro impegno, in particolare verso gli anziani ed i malati, che sono le persone più vulnerabili. Ma l’attività è veramente tanta ed i volontari non possono farcela. Da qui, l’appello della Croce rossa italiana alla sensibilità dei cittadini e in particolare di coloro che, in questi giorni difficili, sentono il bisogno di fare qualcosa di concreto per la loro comunità e il loro territorio.

Chi in questi giorni di sosta forzata non riesce a stare in casa, in altre parole, ha una grande ed utile opportunità. La necessità di volontari temporanei è alta. Tutti possono fare la differenza e il contributo di tutti è davvero importante. Questo vale per qualsiasi zona d’Italia, quindi anche per Livorno e la sua provincia.

La Croce rossa, in questo senso, ha lanciato un appello. Esso, chiaramente, è a livello nazionale. Ma quella del volontario temporaneo, altrettanto chiaramente, è una figura che proprio in realtà come quella livornese, storicamente generosa ed attenta ai bisogni sociali, può suscitare più interesse che altrove.

Dopo una breve formazione online, con un corso della durata dai trenta minuti alle due ore, suddiviso nei moduli obbligatori della sicurezza e della protezione individuale, più in alcuni non obbligatori da scegliere in base alle proprie disponibilità di tempo ed alle esigenze del territorio, gli aderenti potranno partecipare alle attività di consegna di pacchi alimentari, farmaci e beni di prima necessità alle persone più deboli e vulnerabili, ma anche al controllo dei passeggeri nei porti e negli aeroporti, alle mansioni di informazione ed assistenza presso i desk, le centrali operative, le tende e le strutture di emergenza della stessa Croce rossa.

Anche i professionisti sanitari, dai medici agli infermieri, dagli psicologici agli psicoterapeuti, possono diventare volontari temporanei per attività specifiche a domicilio, nei vari ambulatori e nelle strutture di emergenza messe in piedi dal medesimo ente di volontariato.

Chi è interessato può chiamare il numero verde 800/065510 in modo da essere poi ricontattato dal comitato a lui, o lei, territorialmente più vicino.

Possono diventare volontari temporanei tutti i cittadini maggiorenni, che non siano già volontari della Croce rossa, che godono di un buono stato di salute, italiani o dell’Unione Europea o di uno Stato non comunitario purché in possesso dei dovuti permessi, sempre che non abbiano maturato condanne, con sentenze passate in giudicato, o che non siano stati interdetti dai pubblici uffici.