Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

venerdì 17 agosto 2018

Senza incidenti il corteo antifascista di Macerata


Macerata, 10 febbraio – Si è svolto pacificamente, senza incidenti, il corteo organizzato per “dire no a ogni fascismo e razzismo” organizzato in risposta alla sparatoria contro alcuni extracomunitari africani compiuta nei giorni scorsi da un estremista di Destra che ha agito, a suo dire, per “vendicare” l’uccisione di una giovane ragazza (sono in corso gli accertamenti autoptici e le indagini per stabilirne le cause e gli autori, ndr) il cui corpo è stato poi fatto a pezzi da uno spacciatore nigeriano che è tra i sospettati di essere anche l’autore dell’omicidio.

Circa 30 mila sono stati, secondo gli organizzatori, i partecipanti al corteo. Diverse le realtà sociali e politiche provenienti da ogni parte d’Italia che, assieme a tanti maceratesi, sono scese in piazza. Molte le bandiere rosse, ma non poche anche le bandiere italiane. In marcia, tra le altre, le sigle di Legambiente, Libera, Arci, Fiom Cgil, No Tav, Potere al popolo, Emergency, Pci, Rifondazione comunista. Formalmente assente, invece, l’Anpi nazionale, anche se hanno partecipato molte costole locali dell’Anpi. Da sottolineare la presenza in piazza di Lidia Menapace, 93 anni, ex partigiana ed attivista impegnata nel movimento femminista e tra i fondatori de Il Manifesto, intellettuale comunista, dirigente nazionale dell’Anpi e parlamentare di Rifondazione.

Unica nota stonata della giornata, i cori dei giovani di alcuni centri sociali inneggianti alle Foibe, tragedia a cui proprio oggi è dedicato il Giorno del Ricordo. Cori che la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, ha subito condannato con durezza affermando che in questo modo si tradiscono i valori stessi della Resistenza e dei partigiani che lottarono per la Liberazione nazionale.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,