Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

8 Dicembre 2022

Laura Poitras con il Leone d'Oro (foto fornita da Nesti)

Si è chiuso il Venezia Festival, il Leone d’Oro alla Poitras


(Donatella Nesti) Venezia, 11 settembre 2022 – Si è chiusa la mostra di Venezia 79, una edizione di “straordinaria normalità” come l’ha definita la presentatrice Rocio Munoz Morales una edizione a forte presenza femminile, tanti premi alle registe dal Leone d’oro a LAURA POITRAS per il film documentario ALL THE BEAUTY AND THE BLOODSHED, all’esordiente ALICE DIOP per SAINT OMER Leone d’argento gran premio della giuria e Leone del futuro per la migliore opera prima ma anche tante pellicole di denuncia ed un commosso omaggio al regista iraniano Jafar Panahi, Premio Speciale della giuria al suo film GLI ORSI NON ESISTONO (dal 6 ottobre in sala con Academy Two) ritirato da due attori visibilmente emozionati “Siamo onorati di accettare per lui questo premio e invitiamo tutti ad alzarsi al potere del cinema e in onore di Panahi”. Il Leone d’oro è stato vinto per il terzo anno consecutivo da una donna dopo Chloé Zhao di Nomadland e Audrey Diwan per ‘La scelta di Anne’, Laura Poitras, ha convinto la giuria presieduta da Julianne Moore con ALL THE BEAUTY AND THE BLOODSHED.

“Questo film – ha detto Poitras – racconta la lotta della fotografa statunitense Nan Goldin contro la famiglia Sackler, proprietaria della società farmaceutica Purdue Pharma, ritenuta responsabile dell’epidemia di oppioidi negli Stati Uniti. Non ho conosciuto nessuno con il suo coraggio eccezionale. Dedico il premio a lei che mi ha ispirato e ai giornalisti e cineasti come Panahi che rischiano con il loro lavoro”. Il film Leone d’oro 2022 uscirà anche in Italia, distribuito da I Wonder Pictures. Un premio anche per l’Italia il Leone d’argento, il premio per la regia a LUCA GUADAGNINO per “BONES AND ALL”, un film attesissimo, anche dagli esercenti per gli incassi. ‘Bones and all’, girato in America, ha un cast tutto americano con Timothèe Chalamet applaudito sul red carpet e Taylor Russell l’attrice ha inoltre vinto il premio Mastroianni riservato ad attori esordienti . Tra i premi italiani c’è anche Vera Gemma, migliore attrice della sezione Orizzonti per il film su di lei, “Vera”, di Tizza Covi e Rainer Frimmel, l’ attrice ha dedicato il premio “al mio meraviglioso papà Giuliano Gemma”.Le coppe Volpi per i migliori interpreti sono andati a Colin Farrell in collegamento da Los Angeles ed a Cate Blanchett che ha dedicato il premio per “Tar” di Todd Field alla coprotagonista Nina Hoss ed alla figlia piccola che l’ha accompagnata al Lido.Tutti i film della Mostra verranno presto distribuiti in Italia con la speranza di riportare il pubblico nelle sale dopo i tragici anni della pandemia.

La Giuria di VENEZIA 79, presieduta da Julianne Moore e composta da Mariano Cohn, Leonardo Di Costanzo, Audrey Diwan, Leila Hatami, Kazuo Ishiguro e Rodrigo Sorogoyen, dopo aver visionato i 23 film in competizione ha deciso di assegnare i seguenti premi:

LEONE D’ORO per il miglior film a:

ALL THE BEAUTY AND THE BLOODSHED

di Laura Poitras (USA)

LEONE D’ARGENTO – GRAN PREMIO DELLA GIURIA a:

SAINT OMER

di Alice Diop (Francia)

LEONE D’ARGENTO – PREMIO PER LA MIGLIORE REGIA a:

Luca Guadagnino

per il film BONES AND ALL (USA, Italia)

COPPA VOLPI

per la migliore interpretazione femminile a:

Cate Blanchett

nel film TÁR di Todd Field (USA)

COPPA VOLPI

per la migliore interpretazione maschile a:

Colin Farrell

nel film THE BANSHEES OF INISHERIN di Martin McDonagh (Irlanda, Regno Unito, USA)

PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:

Martin McDonagh

per il film THE BANSHEES OF INISHERIN di Martin McDonagh (Irlanda, Regno Unito, USA)

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a:

KHERS NIST (NO BEARS)

di Jafar Panahi (Iran)

PREMIO MARCELLO MASTROIANNI

a un giovane attore o attrice emergente a:

Taylor Russell

nel film BONES AND ALL di Luca Guadagnino (USA, Italia).

Tags: ,