Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

28 Gennaio 2022

Terremoto senza danni in provincia di Livorno, epicentro alla Meloria


(Stefano Bramanti) Livorno, 20 novembre 2021 – Stamani, sabato 20 novembre, un terremoto è stato registrato dagli strumenti sismici, a circa 13 chilometri da Livorno nei pressi della Meloria. Tre le scosse principali dalle 6,21 alle 6,25, raggiungendo il massimo grado di 3,5 della scala Mercalli.

Scarsi gli effetti se non le solite vibrazioni avvertite dalle persone, in ampio raggio dall’epicentro. Un po’ di preoccupazione ma niente di più. E il sindaco della città Labronica ha ritenuto opportuno non far andare a scuola gli studenti, sempre per una dovuta prudenza.

Aggiungiamo una parte della scheda tecnica presa dal sito del comune di Livorno che riporta le tracce storiche dei precedenti terremoti della zona: “…sono. 32 gli eventi sismici di risentimento dal 1168 al 1987. I più importanti eventi nella nostra città anche in termini di magnitudo, ovvero di energia liberata dalla scossa, sono stati registrati:

4 maggio 1646 Magnitudo 4.80 Zona epicentrale Livorno;

27 gennaio 1742 Magnitudo 5,20 Zona epicentrale Livorno;

8 gennaio 1771 Magnitudo 4.60 Zona epicentrale Livorno;

3 aprile 1814 Magnitudo 4.87 Zona epicentrale Livorno;

14 agosto 1846 Magnitudo 5.60 Zona epicentrale Orciano Pisano;

1 aprile 1950 Magnitudo 4.60 Zona epicentrale Rosignano Marittimo.

Il terremoto che i nostri cittadini ricorderanno di più è quello del 22 aprile 1984 che ebbe una Magnitudo di 4.02 con zona epicentrale a Livorno.

Livorno è città di mare e quindi in occasione di alcuni eventi sismici sono state osservate anomalie del moto ondoso nel porto tali da fare supporre l’occorrenza di maremoti legati agli stessi eventi. La consultazione del catalogo dei maremoti italiani ha rilevato la presenza di n. 4 eventi che hanno interessato la regione Toscana:

4 maggio 1646 nel porto di Livorno il livello del mare si alzò di circa 2 m. (più di 3 braccia) e a causa del successivo riflusso le navi attraccate toccarono il fondale con la chiglia;

19 gennaio 1742 furono rilevate oscillazioni anomale del mare nel Porto di Livorno e i marinai in mare notarono un innalzamento anomalo del livello marino e un’insolita tempesta;

24 settembre 1774 a Malaga e a Livorno fu osservato un ripetersi di riflussi a afflussi del mare, con estensione di due piedi di altezza, tre volte in un’ora;

14 agosto 1846 a Livorno il livello marino aumentò rapidamente di oltre una yarda. Alcuni velieri avvertirono un urto violento. Alcune navi con rotta verso il porto di Livorno subirono uno scarto improvviso. Al faro di Livorno l’acqua risalì vicino alla torre e lambì la banchina”.

Tags: , , ,