Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

martedì 26 marzo 2019

Un buon Livorno sfiora la vittoria a Crotone, 1 a 1


(Marco Ceccarini) Crotone, 3 febbraio 2019 – E’ vero che il pareggio non risolve ne’ i problemi del Crotone ne’ quelli del Livorno, ma al di là del fatto che una gara, da sola, mai può risolvere i problemi di una squadra, è vero anche che questo pareggio, nonostante nel confronto diretto rimanga in vantaggio il Crotone perché vittorioso all’andata all’Ardenza, in definitiva serve più agli uomini di Breda che a quelli di Stroppa perché gli amaranto hanno dimostrato, in modo inequivocabile, di non essere affatto inferiori ai rossoblu e che anzi possono tranquillamente mettere la freccia nelle giornate a venire. Il punto conquistato allo Scida, dunque, è importante e può avere un peso determinante sul morale della squadra amaranto.

La partita è finita 1 a 1. A sbloccare il match è stato il Livorno grazie a un autogol di Spolli dopo appena 6 minuti di gioco, autorete arrivata sugli sviluppi di un calcio d’angolo in cui aveva messo lo zampino Diamanti, ma poco più tardi, al minuto 30, Simy ha riacciuffato il pari. E tale punteggio è durato fino al termine della gara, nonostante gli sforzi di entrambe le formazioni.

Dopo una bella partenza, il Livorno ha subito un po’ il ritorno del Crotone, che ci ha provato soprattutto dopo aver ristabilito il risultato di parità. Ma poi, nella ripresa, la formazione di Breda, ben organizzata e vivace, anche con dei cambi di modulo, ha preso le misure ai padroni di casa e li ha sostanzialmente dominati, facendo paura a Cordaz in più occasioni con Diamanti, Giannetti e Luci, mentre il Crotone si è reso veramente pericoloso solo nei minuti di recupero con Machach.

Da segnalare che l’arbitro Forneau non ha fatto battere, allo scadere, un corner al Livorno perché conclusi i cinque minuti di recupero. Capitan Luci, Diamanti e Giannetti, chiaramente, hanno chiesto spiegazioni al direttore di gara, che però è rimasto irremovibile. Con questo pareggio il Crotone sale a 18 punti, mentre il Livorno arrivata a quota 17. La lotta per la salvezza è pienamente aperta sia per gli amaranto che per i rossoblu.

Crotone (3-5-2): Cordaz; Golemic, Spolli, Vaisanen; Sampirisi, Rohden (33′ st Molina), Barberis, Zanellato (19′ st Benali), Firenze; Simy, Pettinari (23′ st Machach), Pettinari. A disp. Festa, Curado, Cuomo, Tripaldelli, Gomelt Kargbo, Marchizza, Valietti, Mraz. All. Stroppa.

Livorno (3-4-1-2): Mazzoni; Gonnelli, Di Gennaro, Bogdan; Valiani (15′ st Salzano), Agazzi, Luci, Gasbarro (22′ st Eguelfi); Diamanti; Giannetti, Murilo (1′ st Kupisz). A disp. Zima, Marie Sainte, Gori, Fazzi, Porcino, Rocca, Canessa, Boben. All. Breda.

Arbitro: Forneau di Roma.

Reti: 6′ pt aut. Spolli, 30′ Simy.

Note: terreno in buone condizioni; ammoniti Agazzi, Murilo e Bogdan del Livorno, Pettinari del Crotone; recuperi 0′ pt, 5′ st.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,