Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

lunedì 10 dicembre 2018

Urla e striscioni contro Salvini, ma nessun problema di ordine pubblico


Livorno, 23 febbraio – Pur senza gli incidenti di Pisa, dove sei persone sono state fermate e due di queste sono finite in ospedale, anche a Livorno almeno in centoventi hanno manifestato oggi, venerdì 23 febbraio, in occasione del comizio elettorale di Matteo Salvini, leader della Lega Nord, che ha parlato al centro diocesano di via delle Galere.

Nonostante la presenza di numerosi giovani dei centri sociali e di molti antagonisti, l’esposizione di uno striscione con scritto “Salvini fascista, Livorno non ti vuole” e cori come “Salvini a testa in giù”, la manifestazione si è potuta svolgere senza incidenti e senza alcun particolare problema di ordine pubblico.

Per la manifestazione della Lega Nord erano stati impiegati poliziotti in tenuta antisommossa. L’obiettivo era prevenire scontri ed incidenti. Nei giorni scorsi, infatti, a Salvini era stato dato “appuntamento” in via delle Galere. E difatti, ad attendere Salvini, c’erano molti contestatori, oltre cento, che si sono posizionati tra via della Madonna e via degli Avvalorati. Il leader della Lega è stato pesantemente contestato. Ma poi, alla fine, ha potuto svolgere il suo intervento senza particolari difficoltà.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,