Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

30 Settembre 2020

Vasta operazione della Guardia di Finanza: arresti e confisca circa 8,8 milioni di euro


Livorno, 10 maggio. Una vasta operazione della Guardia di Finanza in corso da questa mattina ha portato alla esecuzione di un’ordinanza di misura cautelare personale di cinque persone in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Livorno sull’indagine della Procura della Repubblica iniziata nel luglio 2015. Il provvedimento riguarda cinque persone, di cui due già in carcere, una sottoposta agli arresti domiciliari e due destinatarie dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria , di cui uno aggravato anche dall’obbligo di dimora nel Comune di Livorno. L’operazione del Comando Provinciale delle Fiamme Gialle ha impegnato sin dalle prime luci dell’alba cinquanta militari. E’ stato effettuato anche il sequestro preventivo con conseguente confisca di circa 8,8 milioni di euro tra immobili (anche una villa sulle colline di Montenero), un’imbarcazione, autovetture di lusso e denaro. Le perquisizioni domiciliari sono state effettuate con la collaborazione di altri Reparti del Corpo non solo in città, ma anche a Rosignano Marittimo, in provincia di Roma, Firenze, Napoli, Pisa e Caserta. Le indagini hanno coinvolto quindici persone italiane e albanesi, in associazione per delinquere, intestazione fittizia di beni, bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale, bancarotta semplice, appropriazione indebita aggravata, dichiarazione infedele, sottrazione al pagamento delle imposte, indebita compensazione di crediti inesistenti. Secondo la Guardia di Finanza le persone devono rispondere di “mancato versamento di debiti tributari per oltre 10 milioni di euro, con appropriazioni e distrazioni di denaro per svariati milioni di euro, per garantire ad alcuni sodali un elevatissimo tenore di vita, con viaggi di piacere nel mondo, acquisto di gioielli ed autovetture di lusso, assidua frequenza di casinò”.