Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

12 Luglio 2024

La serata dedicata al basket (foto Rotary Livorno)

E’ sempre Basket City, il Rotary Livorno ha celebrato la lunga storia d’amore con la palla a spicchi


(Redazione) Livorno, 9 settembre 2023 – Una serata dedicata alla grande pallacanestro livornese. In occasione del derby di Supercoppa tra Libertas 1947 e Pielle, per celebrare la palla a spicchi, il Rotary Club Livorno ha svolto allo Chalet della Rotonda l’evento “Tra passato, presente e futuro, il Rotary intervista i grandi uomini del basket livornese”, cui hanno preso parte il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, il presidente del comitato regionale di basket, Massimo Faraoni, il delegato provinciale del Coni, Gianni Giannone, nonché due vecchie glorie del basket, Nedo Filoni ed Andrea Forti, rispettivamente di area Pielle e Libertas. A moderare il dibattito è stato il giornalista Marco Ceccarini.

L’evento, come spiegato dalla presidente del Rotary Livorno, Vanessa Turinelli, ha chiuso il ciclo di incontri “Quattro chiacchiere allo Chalet” che nel corso dell’estate ha visto il club impegnato in altre serate aperte al pubblico dedicate al “porto delle donne” con la partecipazione dell’assessora comunale al Porto Barbara Bonciani e all’intervista della stessa Turinelli alla ballerina Luciana Savignano, étoile della danza internazionale, il tutto nell’ambito del progetto District Grant del club livornese, finalizzato a raccogliere fondi per realizzare una casa di semiautonomia per le donne vittime di violenza.

“Rilanceremo la gestione del Pala Modigliani con un partenariato tra pubblico e privato”, ha affermato il sindaco Salvetti. “L’intento è avere due palasport interscambiabili”. Il sindaco, che ha la delega allo Sport, ha poi affrontato la questione dell’impiantistica sportiva: “Intendiamo aumentare il numero di palestre a disposizione della città”.

L’iniziativa, allietata da intermezzi eseguiti dal giovane musicista Niccolò Corsaro, ha visto ospiti in platea il presidente Francesco Farneti e il coach Marco Cardani della Pielle, il direttore sportivo Gianluca Mannucchi della Libertas e il fotografo Paolo Bonciani, autore della foto simbolo della pallacanestro livornese, quella scattata alla fine degli anni Settanta al Pala Macchia in cui si vedono quattro giocatori, tre libertassini e un piellino, che si contendono, braccia al cielo, la sfera a spicchi.

Se Faraoni, memoria storica della pallacanestro italiana, ha ricordato la storia della sinergia tra Libertas e Pielle affermando che “fu soprattutto un’operazione finanziaria che portò alla cessione del titolo di A2 della Pielle alla Reyer Venezia per quattro miliardi di lire”, Giannone, che fu vicepresidente del Livorno Basket di cui proprio Faraoni fu uno dei principali animatori, ha ricordato la vicenda del Basket Livorno, che altro non fu che il Don Bosco che cambiò denominazione, che tentò di riportare la città di Livorno ai vertici della pallacanestro nazionale, ma che, uscita di scena la dirigenza di cui avevano fatto parte proprio Giannone e Faraoni, concluse la propria esperienza nel 2009 con l’estromissione dai campionati di vertice.

Filoni ha ricordato il canestro con cui la Pielle, sconfiggendo il Petrarca Padova, ipotecò la prima storica promozione in A2, chiedendosi “chissà come sarebbe andata se quella palla non entrava”, mentre Forti, chiamato a parlare della famosa beffa subita nel 1989 dalla Libertas contro l’Olimpia Milano, ha ammesso: “La delusione fu enorme, tanto che pensai perfino di smettere, ma poi capì che quanto accaduto doveva insegnarmi a come possono andare le cose nella vita e nello sport”.