Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

22 Gennaio 2021

Rogo sul monte Serra: distrutti seicento ettari di bosco


Pisa, 25 settembre 2018. Seicento ettari di bosco distrutti, settecento sfollati, 500 nel Comune di Calci e 200 in quello di Vicopisano: primo bilancio dei danni causati dall’incendio sul monte Serra,definito di una vastità mai registratasi in quella zona collinare, e su cui la Procura della Repubblica di Pisa ha aperto un fascicolo che configura l’ipotesi di incendio doloso sulla base di alcuni indizi che ora dovranno essere confermati eventualmente dal lavoro investigativo: “Primo fra tutti il fatto che le fiamme si siano sviluppate di notte e in una serata sostanzialmente molto fresca”, ha detto il procuratore Alessandro Crini. Il ministro Costa ha chiesto che sia fatta luce sull’accaduto ed ha ringraziato tutti coloro che si stanno impegnando per lo spegnimento dell’incendio e per la salvaguardia delle vita umane e delle abitazioni. Evacuate le frazioni di Montemagno, Fontana Diana, San Lorenzo, Nicosia e Crespignana. I punti di accoglienza attivati per accogliere le persone: la palestra della parrocchia di Calci, il circolo ricreativo di Campo e la palestra di Vicopisano, precisa la protezione civile della Regione Toscana. Corso il rischio di perdere due squadre di Vigili del Fuoco, ha detto il Camandante del distaccamento di Pisa. Il vento continua a soffiare forte, in media a circa 30 chilometri orari, con raffiche che superano i 40 all’ora.Intanto il vento continua a soffiare e le previsioni sono negative perchè l’allerta meteo per forti raffiche di vento sulla Toscana collinare è stato prolungato fino alle 13 di domani, mercoledì. L’aeroporto di Pisa è stato chiuso nel pomeriggio fino alle 19,40 per facilitare le operazioni di soccorso. Impiegati 180 squadre di vigili del fuoco e volontari della Protezione Civile provenienti anche dalle regioni confinanti della Toscana.Intervenuti Canadair e elicotteri. Tre abitanti di Calci sono rimasti intossicati: due sono stati accolti nel centro degli sfollati e un ricoverato all’ospedale di Cisanello a Pisa. Evacuate alcune frazioni Il governatore Enrico Rossi ha decretato lo stato di emergenza ed ha detto che saranno stanziati subito duecentomila euro. La situazione in serata era migliorata, ma si teme per il vento perchè il rogo non è ancora domato. In serata arrivati il ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio e il sottosegretario agli interni Stefano Candiani.