Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Settembre 2020

A proposito di mafia in Toscana


(Mario Lorenzini) Livorno, 16 dicembre. Uno studio universitario ha scoperto la mafia in casa nostra. Ricordo benissimo che nel 1994 il Distretto scolastico di cui ero presidente, per primo affrontò il problema della legalità in seguito ad una circolare ministeriale e invitò un Procuratore della repubblica ad un incontro con gli studenti e genitori.
Il testo della lezione fu registrato e diffuso. Si legge fra l’altro a proposito della mafia: “Queste organizzazioni si stanno espandendo nel resto del Paese per motivi che sono facilmente comprensibili, si tratta di organizzazioni forti, potenti, con una capacità economica notevolissima, per lo più dovuta al controllo dello spaccio di stupefacenti che rende in termini economici cifre eccezionali quali mai nessuna impresa può garantire. A proposito della nostra Regione e provincia: “Molte volte è omertà che nasce dal consenso a volte dalla paura. Si è visto che anche in Toscana questa omertà, che nasce dalla paura,incomincia a esistere”.
In seguito la Regione varò una legge sull’educazione alla legalità che venne presentata con un motto TE LO DO IO IL PIZZO e coinvolse le scuole in analoghe iniziative.
Non è sufficiente al giorno d’oggi sapere che nelle nostre città ci sia la mafia: non è una novità,la stampa fa il suo dovere,spetta ad altri tenere gli occhi aperti nell’interesse dei cittadini. Ma a distanza di anni se ci guardiamo intorno dobbiamo constatare che poco o niente è stato fatto se non sporadici interventi, evidenziati da articoli e foto,e poi tutto come prima.
Forse un impegno come quello che abbiamo voluto ricordare da parte della Regione sarebbe necessario.