Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

mercoledì 17 luglio 2019

A una scuola di Piombino il premio nazionale Storie d’alternanza


Firenze, 29 novembre 2018 – L’Istituto Carducci Volta Pacinotti di Piombino si è aggiudicato il primo premio del concorso Storie d’alternanza, concernente un assegno di mille e 200 euro, che è stato messo in palio da Unioncamere. Gli studenti piombinesi, che sono saliti agli onori della cronaca a Job orienta, il Salone dell’orientamento svoltosi a Verona, si sono aggiudicati il premio nazionale con il video “Erl, preparati all’emergenza” che già si era imposto nella selezione regionale.
A renderlo noto è l’agenzia giornalistica Toscana Notizie, voce ufficiale della Regione Toscana.

Nello stesso contesto, a Verona, l’assessore regionale ad Istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco, ha presieduto i lavori della Nona commissione della Conferenza delle Regioni, di cui è presidente. L’agenzia Toscana Notizie evidenzia le dichiarazioni della Grieco che attacca il Governo nazionale sul fronte dell’alternanza scuola-lavoro: “Dalla commissione Istruzione e lavoro è emersa una posizione di critica e di preoccupazione rispetto alla ventilata riduzione dei finanziamenti e delle ore di alternanza scuola-lavoro negli istituti superiori. Gli assessori regionali riconoscono che l’obbligatorietà dell’alternanza scuola-lavoro per tutti gli studenti delle superiori, in prima applicazione, ha effettivamente comportato delle difficoltà. Ma in questi anni tanto è stato fatto per favorire e costruire alleanze formative e percorsi coerenti, tanto che dai monitoraggi degli Uffici scolastici, ormai, emerge con chiarezza come i risultati, in termini di competenze trasversali, di ricaduta sugli apprendimenti e di motivazione degli studenti, siano assolutamente soddisfacenti”. E ancora: “Non si capisce che senso abbia, oggi, svilire, come intenderebbe fare il Governo, una metodologia didattica che è generalmente apprezzata dalle scuole e dalle imprese. Se ci sono delle storture o delle criticità, bisogna agire per migliorare e ridurre i malfunzionamenti e non certo tagliare risorse”.

Al Job orienta di Verona la Toscana è stata presente anche con due fondazioni Its, la Mita relativa alla moda e la Vita sulla farmaceutica, che sono state selezionate dal Miur (il Ministero dell’Istruzione e dell’università, ndr) come fondazioni che hanno ricevuto dei premi per gli alti tassi occupazionali ottenuti con i percorsi formativi finanziati da Regione e Miur. Infine alla kermesse veronese vi è stata anche la presenza dell’Isis Valdarno di Arezzo.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,