Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

30 Settembre 2020

Addio a Ciampi, il presidente livornese degli italiani


Roma – Il livornese Carlo Azeglio Ciampi, presidente emerito della Repubblica, è deceduto nella mattinata di oggi, venerdì 16 settembre, a Roma all’età di 96 anni. Era nato a Livorno il 20 dicembre 1920. Dopo gli studi dai Gesuiti si era laureato prima in Lettere alla Normale superiore di Pisa e poi in Giurisprudenza all’Università di Pisa. Appassionato di Economia, economista egli stesso, nel 1946 entrò come impiegato alla Banca d’Italia. Poi funzionario, quindi dirigente, la carriera in Banca d’Italia, per Ciampi, fu eccellente, tanto che della Banca d’Italia è stato governatore dal 1979 al 1993, quindi presidente del Consiglio dei ministri dal 1993 al 1994, ministro del Tesoro e del Bilancio e della Programmazione economica dal 1996 al 1997 e dal 1998 al 1999. Primo presidente del Consiglio e primo capo dello Stato non parlamentare nella storia della Repubblica, Ciampi fu anche il secondo presidente della Repubblica eletto dopo essere stato governatore della Banca d’Italia, preceduto da Luigi Einaudi nel 1948. Della Banca d’Italia è stato anche governatore onorario.In politica, dopo una militanza giovanile nel Partito d’Azione, non ha più aderito ad alcun partito. Come Capo dello Stato, invece, ha conferito l’incarico a tre presidenti del Consiglio: Massimo D’Alema, Giuliano Amato e Silvio Berlusconi e ha nominato cinque senatori a vita: Rita Levi Montalcini, Emilio Colombo, Mario Luzi, Giorgio Napolitano e Sergio Pininfarina. Ha infine nominato cinque giudici della Corte costituzionale: Giovanni Maria Flick, Franco Gallo, Sabino Cassese, Maria Rita Saulle e Giuseppe Tesauro. In quanto presidente emerito della Repubblica, è stato senatore di diritto ed a vita.