Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Settembre 2020

Al via la sfida del nuovo Polo scientifico e tecnologico di Livorno


Livorno, 20 gennaio – I poli scientifici e tecnologici hanno successo e si consolidano quando riescono a diventare dei concreti motori di cambiamento culturale e se riescono a costruire servizi di trasferimento coerenti con le caratteristiche del mercato e del territorio, declinando ipotesi d’intervento tecnicamente fattibili ed economicamente sostenibili. E questo deve avvenire, come dimostrano le varie esperienze a livello nazionale ed internazionale, sia nella fase di progetto che in quella della gestione.

Anche la città di Livorno è pronta ad accogliere la sfida. Partirà infatti giovedì 25 gennaio il progetto per la realizzazione del nuovo Polo tecnologico livornese, che nelle intenzioni si basa sul richiamo alle radici storiche dello sviluppo economico e sociale della città e ai suoi valori fondanti come l’apertura al mondo, l’unità nella diversità, la proiezione verso il futuro e l’innovazione. L’idea è ripartire dalle origini, dalle leggi livornine e dal motto che ne è la sintesi, ossia “diversis gentibus una”, diversi in una stessa gente.

Il progetto intende portare alla sperimentazione di modelli e processi di innovazione applicati alla vocazione industriale di Livorno, ancorandoli tuttavia a specifiche opportunità di affari e alle infrastrutture materiali ed immateriali che esistono nel territorio e che costituiscono l’attuale sistema del trasferimento tecnologico.

Il Polo livornese si inserisce nell’ambito dell’accordo di programma per la riconversione e la riqualificazione industriale dell’area di crisi industriale complessa del polo produttivo dei territori di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo e del percorso di riorganizzazione del sistema del trasferimento tecnologico produttivo che la Regione Toscana sta portando avanti sull’intero territorio regionale e in particolare sulla costa tirrenica.

La realizzazione del Polo avverrà sulla base di uno studio di fattibilità che si articola in un percorso di ascolto, finalizzato a coinvolgere gli operatori economici potenzialmente interessati ad investire a Livorno ed a raccogliere idee progettuali e di investimento e in uno studio di fattibilità, attraverso il quale saranno valutate le condizioni di fattibilità tecnico-urbanistiche, economiche, finanziarie e gestionali necessarie allo sviluppo del Polo. Gli ambiti di interesse individuati dall’amministrazione comunale sono: economia del mare e dell’ambiente, manifatturiero e tecnologia, logistica e nautica, industria creativa. Lo scopo è mettere assieme tutte le risorse, le menti e le passioni che animano Livorno per un nuovo “ecosistema di innovazione”.