Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

21 Settembre 2020

Al via “Sui Bagni d’Inverno” edizione 2017


Livorno – 20 febbraio. Inizia oggi, 20 febbraio, con l’apertura straordinaria dei Bagni Rogiolo a Quercianella, l’edizione 2017 dell’iniziativa “Sui Bagni d’inverno”, ovvero l’apertura gratuita degli stabilimenti balneari del litorale livornese in periodo invernale e primaverile.
Quest’anno salgono a 12 i gestori degli stabilimenti (del sindacato SIB -Sindacato Balneari Confcommercio e FIBA- Confesercenti) che aderiscono all’iniziativa aprendo gratuitamente i cancelli delle loro strutture a fini ricreativi e di svago. Si tratta dei Bagni Rogiolo, Bagni Tirreno, Bagni Pancaldi, Bagni Fiume,Bagni Roma, Bagni Rex, Bagni Lido, Bagni Nettuno, Bagni Cala Bianca, Bagni Paolieri, Bagno Onde del Tirreno e, per la prima volta, Bagni Sama.
L’apertura si concentrerà nel periodo febbraio/aprile, ovvero nei mesi inverno/primavera che vedono un maggior afflusso di frequentatori sulla costa e l’orario giornaliero sarà 10-16 (le ore più calde della giornata); resta comunque a discrezione del gestore la possibilità di prorogare l’orario di chiusura in caso di condizioni climatiche favorevoli.
Questo il calendario delle aperture: Bagni Rogiolo dal 20 febbraio al 30 aprile; Bagni Tirreno dal 25 febbraio al 20 marzo; Bagni Pancaldi dal 27 febbraio al 5 marzo; Bagni Sama dal 28 febbraio al 2 aprile
Bagni Roma dal 4 marzo al 31 marzo; Bagni Onde del Tirreno dal 5 marzo al 29 marzo; Bagni Lido dal 15 marzo al 30 aprile; Bagni Fiume dal 20 marzo al 14 aprile; Bagni Rex dal 3 aprile al 25 aprile; Bagni Cala Bianca dall’8 aprile al 30 aprile; Bagni Paolieri dall’8 aprile al 30 aprile; Bagni Nettuno dal 10 aprile al 30 aprile.
Saranno aperti al pubblico più stabilimenti nello stesso periodo in modo da offrire un ventaglio più ampio di scelta sulla costa. Durante l’apertura straordinaria non saranno attivi i servizi di assistenza bagnanti e salvamento che devono essere obbligatoriamente resi nella stagione balneare. Un’ordinanza specifica regolamenta l’accesso con i divieti a cui i cittadini dovranno sottostare; le relative prescrizioni saranno riportate in una cartellonista posta all’ingresso di ogni stabilimento.