Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

20 Gennaio 2021

Alla dermatologa Mazzi il Premio scientifico Massimo Ceccarini, assegni d’onore a Fidanzi e alla Rovesti


(Gloria Benini) Livorno, 25 giugno – Alla livornese Amanda Mazzi il Premio scientifico Massimo Ceccarini. La cerimonia si è svolta oggi, lunedì 25 giugno, al Museo di Storia naturale di Livorno. Alle piazze d’onore, Miriam Rovesti di Mantova e Cristian Fidanzi di Pisa.

“In quello che sarebbe stato il sessantesimo compleanno di mio fratello, vedere questa grande partecipazione di persone comuni e di rappresentanti istituzionali, uomini e donne diverse eppure simili tra loro, rappresenta il miglior modo per ricordare il medico e lo studioso di Dermatologia, ma anche per fare un regalo a Massimo, dato che egli avrebbe apprezzato questa iniziativa. Scopo del Premio è valorizzare giovani eccellenze mediche in campo dermatologico. Come ogni anno, anche quest’anno sono stati premiati dei giovani medici che hanno svolto lavori o studi di ottimo livello su temi inerenti la Dermatologia”, ha detto il presidente Marco Ceccarini dell’Associazione culturale e scientifica Massimo Ceccarini in occasione della premiazione del settimo Premio scientifico Massimo Ceccarini, svoltasi al Museo di Storia naturale del Mediterraneo. Il Premio scientifico, organizzato dalla suddetta Associazione, quest’anno è consistito in una borsa di studio di 1000 euro andata alla dermatologa Amanda Mazzi di Livorno, laureata in Medicina e chirurgia all’università di Pisa e specializzata in Dermatologia all’università di Firenze, mentre i due assegni d’onore, pari a 500 euro ciascuno, sono andati a Miriam Rovesti di Mantova, laureata in Medicina all’università di Parma, ed a Cristian Fidanzi di Pisa, che ha conseguito il titolo di dottore in Medicina presso l’ateneo pisano (Il servizio fotografico è di Gianna De Gaudenzi).

“Tutti e tre hanno svolto lavori di altissimo livello”, ha aggiunto Marco Ceccarini, che oltre ad essere il presidente dell’Associazione scientifica è anche il fratello del dermatologo, scomparso prematuramente, a cui è dedicato il Premio medico-scientifico.

Il Premio, che intende valorizzare delle eccellenze mediche in campo dermatologico, è stato organizzato, quest’anno, in collaborazione con i Rotary club Livorno Città e Livorno Mascagni. Le borse di studio, invece delle due inizialmente previste, sono state tre.
“Come Regione stiamo lavorando alla sensibilizzazione dei ragazzi e delle ragazze, nelle scuole, sui rischi derivanti dall’esposizione al sole e sulle cause del melanoma. Ben vengano, dunque, iniziative come questa che hanno il fine di valorizzare, attraverso un Premio scientifico, giovani ricercatori che mettono le loro energie e le loro conoscenze al servizio della comunità”, ha affermato l’assessore ad Istruzione, formazione e lavoro della Regione Toscana, Cristina Grieco, intervenendo alla cerimonia.

Il Premio intitolato a Massimo Ceccarini, primario di Dermatologia dell’Ospedale di Livorno scomparso nel gennaio 2011 a soli 53 anni, ha il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Livorno, della Provincia di Livorno e dell’Asl Toscana Nordovest.
Alla cerimonia hanno partecipato anche l’assessore comunale alla Cultura Francesco Belais, il consigliere provinciale delegato alla Sicurezza Yari De Filicaia e la direttrice amministrativa dell’Usl Toscana Nordovest Letizia Casani. Sono inoltre intervenuti i presidenti Giorgio Odello e Marco Macchia rispettivamente del Rotary Club Livorno e del Rotary Club Livorno Mascagni che hanno collaborato all’organizzazione dell’evento. Presenti all’ente, tra gli altri, il consigliere regionale Francesco Gazzetti e il presidente entrante Fabio Matteucci del Rotary Livorno.

Ognuno ha voluto ricordare Massimo Ceccarini per le sue qualità professionali, umane e spirituali – non comuni, hanno tenuto a sottolineare – e per il suo impegno e la sua presenza costante volta a dare buon contributo, valido e concreto, alla città di Livorno e ai livornesi. Massimo Ceccarini, oltre che primario dermatologo e titolare di corsi universitari, è stato anche consigliere comunale di Livorno dal 2004 al 2009, dove ha ricoperto il ruolo di vicepresidente della commissione Sociale e sanità, nonché presidente della Società medico-chirurgica livornese. Oltre che in Dermatologia a Pisa, era specializzato in Anatomia patologica con titolo conseguito a Siena nel 1998. Nel 1999 è stato il più giovane primario dermatologo d’Italia. E ha ricoperto tale ruolo per dodici anni, fino al 2011, quando è prematuramente scomparso.

La relazione commemorativa è stata svolta dal docente emerito di Dermatologia dell’università di Pisa, Gregorio Cervadoro, che ha ricordato anche e soprattutto l’attività universitaria e di docente del dermatologo livornese presso il corso di laurea in Scienze infermieristiche dell’ateneo di Pisa.