Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

24 Novembre 2020

Allarme tra gli ex dipendenti della Trw, stanno emergendo patologie tumorali


Livorno – E’ allarme tra gli ex dipendenti della Trw, la società che produce sistemi per la sicurezza automobilistica, il cui stabilimento di Livorno è stato chiuso quasi due anni fa. Secondo quanto si apprende, infatti, tra loro stanno emergendo dei casi di patologie tumorali, in particolare alla vescica e ai reni. Il dato è allarmante perché si sono già verificati due decessi, mantre altri ex operai hanno subito degli interventi chirurgici. Una decina di ex dipendenti, al momento, sarebbero in cura. Il timore è che siano stati esposti a sostanze cancerogene senza adeguate protezioni e che per questo abbiano contratto alcune patologie.
In queste settimane i capannoni della ex azienda sono oggetto di parziale smantellamento con la conseguente bonifica dell’area. Oltre alla rimozione dei macchinari ormai inservibili e degli infissi, una ditta specializzata interverrà per rimuovere il rivestimento in amianto sui tetti della fabbrica, ormai dismessa, di componenti per auto.
Il quadro che sta emergendo è preoccupante. Alcuni lavoratori, oggi, si domandano perché le autorità sanitarie si sono mosse solo dopo la chiusura dello stabilimento per chiedere la bonifica dell’area. Inoltre, secondo quanto si apprende, non solo l’amianto presente nei rivestimenti sopra i capannoni, ma anche alcuni oli e liquidi utilizzati per la fabbricazione dei sistemi di idroguida, sarebbero stati cancerogeni. Tutto ciò, a lungo andare, avrebbe danneggiato la salute dei lavoratori, che avevano sì delle protezioni, ma che evidentemente, se venisse dimostrata una connessione con quanto sta accadendo oggi, non sarebbero state certo sufficienti a salvaguardare la salute dei lavoratori, con tutto quel che, a livello di responsabilità, dovrebbe giocoforza essere messo a carico della Trw.