Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

20 Gennaio 2021

Allegri a Palazzo Civico: “Grazie Livorno, sei la città che amo”


(Tony Faini) Livorno, 19 luglio 2019 – Un riconoscimento per Massimiliano Allegri, detto Acciuga, livornese innamorato di Livorno, uno dei migliori tecnici di calcio d’Italia.

Allegri, campione d’Italia con la Juventus, è stato ricevuto a Palazzo Civico nel pomeriggio di oggi, sabato 19 luglio, dal nuovo sindaco di Livorno, Luca Salvetti, che gli ha consegnato una pergamena di riconoscimento per “la brillante carriera ricca di successi”. Nei giorni scorsi Salvetti aveva conferito un’analoga onorificenza all’allenatore di basket ed ex cestista Walter De Raffaele, anche lui livornese, campione d’Italia con la Reyer Venezia.

“La città di Livorno deve tornare ad omaggiare i livornesi che nei loro settori hanno saputo raggiungere il top e che con le loro vittorie danno lustro alla città a livello nazionale ed internazionale”, ha detto Salvetti. “Quindi dopo aver salutato nei giorni scorsi De Raffaele, che ha vinto lo scudetto nel basket, andiamo oggi a rendere omaggio ad Allegri, che negli ultimi anni ha vinto tutti gli scudetti del calcio e al quale sono legato in maniera particolare perché ho condiviso con lui cinque anni di attività calcistica quando eravamo piccoli”. Salvetti ed Allegri, infatti, da bambini hanno giocato assieme nel settore giovanile del dopolavoro Portuale, prima che Allegri passasse alla Cuoiopelli, club di Santa Croce sull’Arno, da dove andò al Livorno e spiccò il volo nel calcio professionistico vestendo tra le altre, da calciatore, le maglie di Pisa, Pescara, Cagliari, Perugia e Napoli.

Ma è soprattutto da allenatore che Allegri è diventato un numero uno. Dal 2010 è costantemente ai vertici del calcio italiano e ha vinto sei scudetti, uno con il Milan e cinque consecutivi con la Juventus, diventando l’allenatore che meglio ha fatto, a livello di club, negli ultimi decenni in Italia.

“Ringrazio Salvetti e la città di Livorno per questo riconoscimento”, ha detto Allegri. “Per me è un momento delicato e importante nella mia vita e nella mia carriera. Ho deciso di prendermi un anno sabbatico e dedicarmi alla mia crescita personale e professionale”. E ancora: “Voi tutti conoscete il mio amore per Livorno. Sono innamorato della mia città e per me il mare ha un richiamo irresistibile”. Allegri, fin da calciatore, ha dato dimostrazione di essere assai attaccato anche alla maglia amaranto del Livorno.

Alla premiazione di Allegri erano presenti anche il presidente del Coni livornese, Gianni Giannone, e il delegato provinciale della Figc, Paolo Pasqualetti, che hanno portato al tecnico i saluti e il ringraziamento degli organismi che rappresentano.