Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

sabato 18 Gennaio 2020

Ca’ Moro riapre i battenti, decisivo l’intervento del cantiere Benetti Lubs


Livorno, 18 dicembre 2019 – Grazie all’intervento del cantiere Benetti Lusben e all’impegno del gruppo di lavoro interno People from Benetti, il ristorante Ca’ Moro riapre finalmente i battenti.

“L’impegno di energie e risorse da parte del gruppo People from Benetti ha fatto sì che questo speciale locale riprendesse la sua regolare attività rendendo possibili gli interventi di manutenzione che, a causa delle intemperie, sono spesso necessari”, si legge in una nota stampa diffusa dalla cooperativa Parco del Mulino che gestisce il ristorante.

Il Ca’ Moro offre lavoro alle persone diversamente abili. A bordo sono occupate con grande successo per la qualità dei piatti che prepara la cucina e per la loro simpatia Paolo, David, Edoardo e Federico, quattro camerieri speciali, tutti ragazzi down, capaci di strappare un sorriso anche nei giorni più bui.

Quest’anno si è reso indispensabile il rifacimento del tetto a causa di alcune infiltrazioni d’acqua. Un lavoro importante che ha costretto alla chiusura temporanea e alla conseguente mancanza di lavoro per i quattro ragazzi. Con grande sensibilità, il cantiere Benetti Lusben, una realtà presente sul territorio livornese da molti anni e da sempre vicina al Parco del Mulino e alle sue attività, ha voluto dare il suo decisivo contributo. Il tetto è ora riparato e l’attività del ristorante può ricominciare.

Il Ca Moro, dal 2014 ormeggiato in darsena Vecchia, è una sfida alla società da parte dei ragazzi con sindrome di down, ed offre a loro, con le loro abilità alternative, un’esperienza unica e originale dove l’eccellenza della cucina di tradizione livornese si sposa con la storia e la cultura di questa città di mare: “La distanza più vicina tra gusto e sentimento”.

David, Edoardo, Federico e Paolo sono molto lieti di poter riprendere il loro lavoro ed attendono i clienti a bordo del Ca’ Moro.

La cooperativa Parco del Mulino ha l’obiettivo di collocare al lavoro le persone con sindrome di down. Nel corso degli anni più recenti al Ca’ Moro si sono aggiunte varie attività che sostengono l’iniziativa e che sono: area camper, i ragazzi disabili inseriti in qualità di soci lavoratori, si confrontano con il mondo dei camperisti, svolgendo quotidianamente mansioni che vanno dall’accoglienza alla manutenzione, dalla registrazione alla cura del cliente; bed and brekfast, un progetto Sociale, che la cooperativa gestisce insieme ai ragazzi Down inseriti con contratto di lavoro; pizza al parco, una pizzeria del tutto particolare dove sono impegnate, come pizzaioli e camerieri, persone con disabilità.

Dario Schiavo della Benetti Lusben, in conferenza stampa, ha spiegato i motivi dell’intervento: “Abbiamo messo i mezzi per aiutare la cooperativa seguendo il nostro percorso di sostegno alla città e alle associazioni che operano nel sociale. Così abbiamo aderito con piacere alla richiesta di supporto per il Ca’ Moro, per noi, poi, l’intervento sul mare su una barca è decisamente un legame molto forte”.

People from Benetti è un gruppo costituito da dipendenti ed ex dipendenti dei cantieri Benetti. Le sedi di Livorno e Viareggio costituiscono un tutt’uno per la solidarietà poiché i dipendenti che fanno parte di questo gruppo appartengono ad entrambi i cantieri operativi. Nel gruppo People from Benetti non esiste differenza di ruoli e così dirigenti e personale di ufficio, operai e quadri aziendali, si uniscono per sostenere progetti sociali ed attività pubbliche che riguardano il territorio della costa tirrenica.

“Siamo orgogliosi di aver contribuito alla riapertura del Ca’ Moro”, è stato affermato da parte di una componente del gruppo People from Benetti, che ha proseguito: “Siamo orgogliosi di questo incontro tra due eccellenze della città e dico che è bellissimo essere qui e vedere tante persone che si impegnano con il cuore”. Ed ancora: “Un progetto che ha come obiettivo la creazione e il mantenimento di posti di lavoro per persone diversamente abili e che è sostenuto da lavoratori che credono fortemente nell’impegno sociale. Lavoratori che sostengono altri lavoratori può essere la sintesi di questo intervento che ha permesso la riapertura del Ca’ Moro, un ristorante che è, soprattutto, un progetto sociale”.

A conclusione Elvis Felici, responsabile della comunicazione del Parco del Mulino, ha offerto ai rappresentanti di Benetti la tessera di Amici del Parco, ai quali verranno proposte durante l’anno una serie di iniziative che saranno comunicate tramite email.

L’adesione a questa iniziativa è una donazione di dieci euro, una piccola cifra che, insieme a quella donata da tante altre persone, consente alla cooperativa sociale di proseguire nella sua attività, volta a creare e mantenere posti di lavoro stabili ed adatti alle caratteristiche individuali di persone con diversa abilità. I risultati ottenuti in questi anni confermano che il lavoro è importante per tutti, nessuno escluso, e per questo motivo in molti si adoperano per far crescere il Parco del Mulino in modo da poter offrire maggiori opportunità di impiego.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,