Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Settembre 2020

Chiude col botto “Livorno al Centro”, dopo il tris di cultura e spettacolo


Livorno, 30 maggio. Grande partecipazione nelle piazze della città con la seconda edizione di “Livorno al Centro”: un numeroso pubblico ha goduto delle diverse iniziative passando dall’intimità della musica lirica alla gioia della danza, dalle riflessioni sull’architettura storica della città, alle forti vibrazioni della musica rock. Lo rende noto il Comune, che fa la sintesi dell’evento.
Emozioni anche nella serata finale organizzata nel piccolo anfiteatro del porto mediceo, dove domenica 28 maggio si è concluso il Festival nel salotto creato per l’occasione all’Andana degli Anelli: un arredo informale, fatto di poltroncine di legno e tappeti stesi sul pavimento del piccolo anfiteatro, musiche di sottofondo suonate dalla chitarra di Riccardo Della Ragione e dal violoncello di Ellie Young: questi sono stati gli ingredienti che hanno creato l’atmosfera conviviale e suggestiva al contempo, in cui sono stati premiati Lindsay Kemp per il teatro, Paolo Migone per il cabaret e Matteo Becucci per la musica (nella foto da sinistra:Kemp, Leone, Belais, Migone Becucci, Della Ragione).
La premiazione ha avuto inizio con Marco Leone, direttore del Teatro Goldoni che, insieme all’assessore alla Cultura e al Turismo Francesco Belais, ha consegnato la medaglia d’oro “Premio Livorno al Centro” ad un romantico e acuto Lindsay Kemp.
Un Kemp innamorato della nostra città che sente Livorno come una sua seconda casa, “Assomiglia molto a Liverpool – ha raccontato – anche lì c’è un porto simile a questo, amo Livorno dal primo momento che ci sono venuto, provo anche gratitudine per la città e per il Teatro Goldoni che mi ha scelto come testimonial della stagione appena conclusa. Mi dispiace solamente che mia madre non sia più in vita, chissà come sarebbe stata contenta nel vedere quella gigantografia del suo bambino sulla facciata del palazzo dell’istituto Nautico”.
“E’ stata una bella soddisfazione vedere la grandissima partecipazione della gente – ha detto l’assessore alla Cultura e al Turismo Francesco Belais – “Livorno al Centro”, con la sua formula articolata che si è rivelata vincente, è già una manifestazione di primo piano, all’altezza degli altri festival di danza contemporanea o di musica sacra, o degli Scenari di quartiere, o ancora le rassegne di cinema e il Cacciucco Pride che partirà tra pochi giorni con una seconda edizione davvero molto ricca. Con “Livorno al Centro” abbiamo dunque aggiunto un tassello ulteriore al pacchetto di nuove iniziative che l’Amministrazione ha voluto per il rilancio della città attraverso i canali della cultura, dell’arte e dello spettacolo”.

“Un salotto di arte e cultura condivisa in cui il pubblico è a tu per tu con gli artisti di livello di Livorno, creato in una cornice bella ed evocativa. Tutto ciò è sicuramente espressione di creatività, partecipazione e vivacità artistica”. Con queste parole e cantando la canzone “My way” di Frank Sinatra, il direttore artistico Riccardo Della Ragione ha salutato il pubblico e ringraziato tutti i partner che hanno contribuito a mettere nuovamente “Livorno al Centro”.