Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Comitato Portuale. No del Tar a Nogarin. Ma il Sindaco si ricandida


Livorno, 13 Luglio. Il Tar ha respinto il ricorso del sindaco Filippo Nogarin, che nei mesi scorsi aveva presentato, dopo la sua esclusione dal Comitato di Gestione dell’ Autorità Portuale di Sistema, comprendente Livorno e Piombino, previsto dalla legge di riforma Delrio. Il presidente Stefano Corsini, nominato da poco a Palazzo Rosciano, aveva rifiutato la candidatura del Comune, che aveva indicato il suo primo cittadino a membro dell’organismo in fase di formazione. Da qui l’opposizione del Sindaco. Il comitato di gestione infatti deve essere composto da esperti del settore marittimo-portuale. Secondo i giudici amministrativi non c’è una evidente lesione di diritti del Comune di Livorno. Il parere comporterà una nuova procedura da parte del primo cittadino. .
Secondo i Giudici Amministrativi non c’è una evidente lesione di diritti del Comune di Livorno e in attesa, del pronunciamento sul merito della questione hanno negato la sospensione degli effetti dello stop alla nomina del Sindaco, che però ha deciso di ripresentare nuovamente la sua candidatura e si è fatto vivo su Facebook, con questo commento: “Il Tar della Toscana ha parlato molto chiaro: il sindaco, e soltanto il sindaco, deve indicare il referente del Comune di Livorno all’interno del Comitato di gestione dell’Autorità portuale di sistema e deve farlo scegliendo qualcuno in cui ripone la massima fiducia. Noi, convinti di dare maggior peso alla mia nomina, abbiamo commesso l’errore di supportarla con una decisione di giunta. Questo è l’unico punto che ha spinto il tribunale a negare la richiesta di sospensiva avanzata dal Comune e a rimandare ai prossimi mesi la decisione definitiva nel merito del nostro ricorso. Ma io non intendo aspettare: entro questa sera ripresenterò la mia nomina e lo farò senza passare da alcun organo collegiale, come richiesto dal Tar. Non solo. Lo farò allegando un curriculum inattaccabile, senza dubbio più puntuale di quello allegato dai miei colleghi di Genova e Trieste – oltre di quello della presidente della Regione Friuli Venezia Giulia – che hanno invece visto accolte le loro auto candidature nei rispettivi Comitati di gestione».Nella foto Stefano Corsini, a sinistra, e Filippo Nogarin.