Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

domenica 19 novembre 2017

Con gli emigranti alla scoperta della città


(Mario Lorenzini) Livorno, 20 ottobre. Una volta alla settimana sono ospite della lezione di Italiano che viene impartita agli emigranti(ormai da più di due anni) ospiti della struttura dei Padri Trinitari di Livorno.
Mi impegno a stimolare la loro attenzione, di complemento con l’amico docente che mi ha accolto durante la sua lezione. Ho invitato gli “studenti” a scrivere tutto quello che vedono andando per la città per poi discutere o meglio per poter spiegare i nomi delle strade, delle piazze, dei monumenti che incontrano. E mi sono trovato un po’ imbarazzato quando uno di loro mi ha scritto “ho visto quattro mori in catene e avrei voluto tagliarle con un coltello”.
Livorno, è vero, ha un monumento cui tiene tanto.Ferdinando primo dei Medici ha fatto tanto per la città e quelle catene sono “storiche” e non certo sono lì per caso. C’è tutta una storia dietro.
Quei negri, o meglio, mori come si dice qui, sono una “minaccia” ma non certo adesso e ho cercato di tranquillizzare il mio amico.
Ne sono trascorsi tanti di anni,oggi i mori sono di casa, i bambini frequentano le nostre scuole e i più grandi giocano nelle squadre di pallacanestro. Gli emigranti intanto attendono di vedere risolta la propria posizione. Ne hanno diritto e noi lo chiediamo anche attraverso queste modeste righe.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,