Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

20 Gennaio 2021

Conte ha giurato, il governo Lega e M5s è realtà


Roma, 1 giugno – L’avvocato Giuseppe Conte, docente di Diritto privato all’università di Firenze, è il nuovo presidente del consiglio dei ministri della Repubblica italiana. Il suo governo, formato da diciotto personalità oltre a lui, ha giurato nel pomeriggio di oggi, sabato 1 giugno, al Quirinale davanti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ieri sera, constatata l’impossibilità di proseguire con l’incarico tecnico a Carlo Cottarelli, gli aveva conferito un nuovo mandato dopo quello “saltato” a causa del veto che lo stesso capo dello Stato aveva posto su Paolo Savona.

Quello di Conte è il sessantacinquesimo governo della Repubblica italiana, il primo a cui partecipa il movimento politico dei Cinquestelle, sorto appena undici anni fa per iniziativa di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio. Dell’esecutivo, in qualità di ministro degli Esteri, fa parte anche Savona, la cui presenza Mattarella aveva contestato, appena cinque giorni fa, quando Conte lo aveva proposto al dicastero dell’Economia.

Conte è arrivato al Quirinale due minuti prima delle 16, l’ora in cui era convocato assieme ai suoi ministri. Gli esponenti del movimento Cinquestelle sono giunti, assieme, con un pulmino-taxi. Tutti sono giunti con mezzi privati. Solo Conte ha utilizzato un’auto di servizio messa a disposizione da Palazzo Chigi. Il governo è formato da esponenti pentastellati, leghisti ed anche da personalità non appartenenti a formazioni politiche. La grande maggioranza dei nuovi ministri sono arrivati accompagnati dai rispettivi familiari.

Vicepresidenti del consiglio sono i due leader dei movimenti politici che sostengono il governo, ossia Luigi Di Maio dei Cinqustelle e Matteo Salvini della Lega.

Ecco la composizione del nuovo governo

Presidente del consiglio dei ministri: Giuseppe Conte.
Sviluppo economico, Lavoro Politiche sociali e vicepresidenza del consiglio: Luigi Di Maio.
Interno e vicepresidenza del consiglio: Matteo Salvini.
Economia: Giovanni Tria.
Esteri: Moavero Milanesi.
Giustizia: Alfonso Bonafede.
Affari europei e Politiche comunitarie: Paolo Savona.
Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta: Riccardo Fraccaro.
Pubblica amministrazione: Giulia Bongiorno.
Affari regionali: Erika Stefani.
Sud: Barbara Lezzi.
Famiglia e disabili: Lorenzo Fontana.
Difesa: Elisabetta Trenta.
Politiche agricole: Gian Marco Centinaio.
Infrastrutture: Danilo Toninelli.
Istruzione ed università: Marco Bussetti.
Beni culturali: Alberto Bonisoli.
Salute: Giulia Grillo.
Ambiente: Sergio Costa.