Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

30 Settembre 2020

Coronavirus a Livorno, il secondo caso riguarda un pensionato tornato da Milano


(Angela Simini) Livorno, 6 marzo 2020 – Secondo caso di contagiato da coronavirus in città. Si tratta di un livornese di 66 anni che mercoledì scorso, 4 marzo, sarebbe giunto al Pronto soccorso con febbre e tosse, dopo essere stato a Milano, per cui, secondo il percorso di emergenza, è stato ricoverato al nono padiglione, Malattie infettive, in una stanza in isolamento.

Ieri mattina, giovedì, gli è stato fatto il tampone che, analizzato al Cisanello di Pisa, ha dato esito positivo al coronavirus, per cui il caso è stato segnalato all’Istituto superiore di sanità.

Le condizioni di salute del paziente, secondo quanto si apprende, sono comunque buone, per cui, in virtù della prassi adottata in questo particolare periodo di emergenza, i medici lo hanno dimesso perché faccia la quarantena in casa, dove sarà costantemente seguito . Il primario, Spartaco Sani, ha dichiarato che all’Ospedale devono essere ricoverati solo pazienti gravi, mentre gli altri si curano a casa, per non ingorgare le strutture sanitarie. Il fatto però che l’uomo fosse tornato da un viaggio in Lombardia, fa pensare che a Livorno non sussistano focolai e questo conforta.

Restano invece “critiche ma stazionarie” le condizioni del livornese di 55 anni, giocatore di boccette, ricoverato nei giorni scorsi nel reparto di Rianimazione con prognosi molto riservata. L’uomo è intubato e curato secondo le linee del Ministero della Salute, con l’aggiunta di antibiotici.