Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

24 Settembre 2020

Cresce l’interporto di Guasticce, strategico per il porto. Aumento di capitale e centro d’alta tecnologia


Collesalvetti – Questa mattina, durante l’Assemblea dei Soci, è stato approvato l’aumento di capitale da 10 milioni di euro per l’Interporto A. Vespucci che l’Autorità Portuale si era impegnata a sottoscrivere nel mese di maggio 2016, firmando un protocollo di intesa con la Regione e la stessa Società Interporto.
Questo atto conferma la crescita di un’infrastruttura centrale per lo sviluppo dell’area livornese.
Il Sindaco Lorenzo Bacci, presente all’assemblea sulla base del mandato ricevuto dal Consiglio Comunale nella seduta dello scorso 27 ottobre, sottolin4eato: “Possiamo oggi prendere atto definitivamente della prospettiva di inclusione e governance unitaria Porto-Interporto. Da sempre questo è stato un cavallo di battaglia dell’Amministrazione colligiana”.
Emblematiche in tal senso le parole del Presidente dell’Autorità di Sistema, Stefano Corsini: “Consideriamo quest’area strategica, come espansione a terra del Porto. All’inizio di questo percorso – ha aggiunto poi con soddisfazione Lorenzo Bacci – eravamo solo noi a credere in un’unica gestione Porto-Interporto. Oggi questo risultato è divenuto patrimonio diffuso, oltre che concreta opportunità a disposizione di tutto il sistema economico livornese.”
E proprio nei giorni scorsi l’assessore all’istruzione e formazione Cristina Grieco aveva incontrato gli studenti del corso ITS “Super yacht refiers” e del corso LIST “Logistic infrastructure’s senior technician” nelle sedi dell’interporto Vespucci di Guasticce e di Navigo a Viareggio. “Con piacere ho verificato l’importante sinergia con il mondo delle imprese e la soddisfazione degli studenti per l’esperienza formativa che stanno facendo. Gli Its sono una reale occasione di ingresso nel mondo del lavoro, per questo continueremo ad investire e a promuovere questo strumento”. Ha commentato Cristina Grieco subito dopo la visita.
Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono “scuole ad alta specializzazione tecnologica”, nate per rispondere alla domanda di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche da parte delle imprese e costituiscono il segmento di formazione terziaria non universitaria. Si possono iscrivere ai percorsi ITS i giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni, in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore e i giovani che hanno frequentato un percorso quadriennale di Istruzione e Formazione tecnica Professionale (IeFP) integrato da un percorso Istruzione e Formazione tecnica Superiore (IFTS) della durata di un anno. Gli ITS formano tecnici superiori (V livello EQF) nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività, secondo le programmazioni regionali triennali. La durata dei percorsi è di 4 semestri per 1800/2000 ore di cui almeno il 30 per cento di stage.