Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

domenica 22 ottobre 2017

Darsena Europa. Insediato il nucleo operativo per la realizzazione


Firenze, 4 agosto. Darsena Europa, nuovo atto. E la speranza che i tempi si riducano per la sua realizzazione. Dopo la decisione di lasciare al passato il precedente progetto, stamani si è insediato “formalmente” a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della Regione Toscana, il nucleo operativo per la nuova progettazione e la realizzazione della Darsena. Presenti per la Regione il presidente Enrico Rossi e l’assessore Vincenzo Ceccarelli e per l’Autorità del Sistema Portuale dell’Alto Tirreno il presidente Stefano Corsini.
Revocato pertanto il bando precedente (qualcuno già si è chiesto quanto costerà questo “mutamento”, anche se è stato fatto osservare che con il nuovo corso si andranno a risparmiare duecento milioni a opera completata e tempi ridotti di quattro anni per i lavori), l’Autorità del Sistema Portuale dell’Alto Tirreno ha illustrato al nucleo il programma dei lavori delle prossime settimane. L’impegno è quello di presentare e approvare entro i primi di settembre un documento preliminare in cui siano descritte le nuove opere e le modalità della loro realizzazione. Con il documento preliminare saranno approvati anche due bandi, il primo relativo alla progettazione delle opere marittime, il secondo per la realizzazione dei sondaggi. I tre atti saranno portati alla prossima riunione del nucleo il prossimo 4 settembre.
Soddisfazione del presidente Rossi: “Procedendo in questo modo – ha commentato – sembrano davvero raggiungibili gli obiettivi nei tempi che ci siamo posti. Questo è il metodo giusto perché, nel rispetto delle proprie competenze, il lavoro prosegua con puntualità.”
“Oggi – ha sottolineato il presidente Corsini – sono state prese decisioni importanti sulle azioni da intraprendere, in particolare per quanto riguarda il bando per le opere marittime. Proseguendo con questo metodo riusciremo ad ottenere il massimo per quanto riguarda il rispetto dei tempi e la collaborazione tra le istituzioni”.
L’ordine del giorno del 4 settembre: verifica del rispetto dei tempi per agli atti concordati oggi, aggiornamento sullo stato delle procedure per la “deperimetrazione” del Sin (Sito di interesse nazionale); incontro con i vertici Rfi, Rete Ferrovie Italia, per i collegamenti ferroviari nel porto e nella rete nazionale; stato di avanzamento dei lavori già in corso. Dopo l’insediamento di oggi, ha ricordato il presidente della Regione, saranno invitati gli enti interessati, dal Comune di Livorno al ministero competente, che hanno dato la disponibilità a contribuire ai lavori.
A conclusione dei lavori del nucleo Rossi ha sottolineato che negli incontri in sede ministeriale si sono individuate le risorse per il completo finanziamento dello scavalco ferroviario. Con la progettazione definitiva della Regione Toscana Rfi potrà procedere alla gara nel 2018.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,