Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Degrado dei parchi, intervenga il Sindaco


(Enrico Dello Sbarba) Livorno – novembre. In occasione della sua prima conferenza stampa di fine anno – dicembre 2014 – il neo Sindaco Filippo Nogarin – imprevedibilmente eletto primo cittadino di Livorno a seguito della debacle del PD, indubbiamente,ancora sotto l’effetto euforico per l’incredibile affermazione del Movimento 5 Stelle nella città dei Quattro Mori , pronunciò una serie di mirabolanti proposte tra cui, se ricordiamo bene, la gratuità nel servizio del trasporto pubblico oltre a mettere in evidenza un furore ideologico caratterizzato dallo slogan: Cambiare, cambiare, cambiare” che impressionò l’intero uditorio.
Scrive sul numero di gennaio 2015 del mensile “Il Centro” Franco Spugnesi: “Fu subito evidente come a quella nuova maggioranza facesse difetto quel minimo di cultura politica necessaria a far seguire alle affermazioni ideologiche qualche progetto praticabile di cambiamento e che,possibilmente, fosse in grado di allargare la partecipazione oltre i confini, invero ristretti, della scarsissima rappresentatività degli eletti in Consiglio Comunale e della Giunta quasi totalmente estranea alla città.”(considerazioni totalmente condivisibili).
Tornando alla conferenza stampa di fine anno 2014, in qualità, purtroppo, di decano dei giornalisti livornesi, toccò allo scrivente rivolgere le prime domande al neo Sindaco. Impressionato, appunto, dalla valanga di proposte e promesse difficilmente realizzabili mi limitai a chiedere al Sindaco di cominciare intanto, dalle piccole cose ma essenziali e sicuramente prioritarie quali, per esempio – una toilette pubblica a pagamento da sempre mancante nel centro della città ed una urgente manutenzione del parco di Villa Regina, già all’epoca in condizioni vergognose con crescenti pericoli anche per la incolumità pubblica specialmente dei bambini che frequentano, insieme a nonni o ai genitori quella struttura. Aggiunsi che avevo verificato di persona “lo stato di emergenza” in virtù del fatto che, ogni tanto, vi portavo il mio nipotino (abitiamo proprio in quella zona e quindi restava comodo anche a me).
Naturalmente il sindaco assicurò che sarebbe stata una sua priorità provvedere al risanamento di un parco importante sia per la frequentazione dei cittadini sia per ovvie ragioni di decoro.
Ecco il nostro intervento può finire anche qui: della toilette pubblica non abbiamo avuto più nessuna notizia: in proposito credo che Livorno sia una delle poche città in Italia priva di un tale servizio che abbiamo visto “dignitosamente” funzionante anche a Matera,Trani e Bari per non citare Pisa, Lucca e Firenze.
Per lo stato del parco di Villa Regina rimando i lettori al servizio, opportuno e centrato,apparso nell’edizione di sabato 22 ottobre a” Villa Regina in abbandono e di notte fa davvero paura!” ed aggiunge nella presentazione del servizio: “La grotta è piena di siringhe, è il rifugio di tossicodipendenti e di sbandati. Viaggio nel parco di Borgo tra cocci di bottiglie e strutture in disuso”.
Sindaco Nogarin: io non parteciperò alla conferenza di fine anno 2016 perchè, come Ella ben sa, Il mensile Il Centro da me diretto non ha più diritto di legittimanza all’interno del Palazzo Comunale.
Le mancherà un interlocutore critico ma obbiettivo: per favore, veda se riesce a fare meno chiacchiere inutili e dannose e cominci, ma seriamente, a fare qualcosa di serio per questa povera città in caduta libera!