Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

24 Gennaio 2021

Diamanti super e il Livorno liquida il Foggia, 3 a 1


(Emilio Guardavilla) Livorno, 9 dicembre 2018 – In quello che poteva essere considerato come uno spareggio salvezza, il Livorno si dimentica di 14 partite mediocri e porta a casa la vittoria con una prestazione magistrale. Il match winner di oggi è Alessandro Diamanti con due gol, una traversa, tanti assist e un numero straordinario di palle recuperate. Indescrivibile. Oggi il Livorno si è dimostrato sin dall’inizio pimpante e volitivo, una squadra che non si è mai disunita neanche dopo il momentaneo e fortunoso pareggio dei rossoneri foggiani. Il risultato poteva essere anche più rotondo ma l’attacco, come al solito, non è stato impeccabile. Bene anche il centrocampo, mai sfilacciato. Discreta la prova della difesa che oggi non ha mai avuto cali di tensione. Mazzoni decisivo in un paio di circostanze. Il Foggia di Grassadonia, nonostante i nove punti in più (1 in classifica più 8 di penalizzazione) ed i venti gol all’attivo, non è mai stato all’altezza della situazione. Al 70°, quando viene sostituito da Bruno, standing ovation per il primavera debuttante Alessio Canessa. Alla fine, tutti sotto la Nord.

Livorno (3-5-2): Mazzoni; Di Gennaro, Bogdan, Dainelli; Fazzi, Agazzi, Luci (Porcino 36′ st), Valiani; Diamanti; Canessa (Bruno 25′ st), Raicevic (Murilo 13′ st). Panchina Zima, Romboli, Gasbarro, Gonnelli, Iapichino, Maicon, Maiorino, Gemmi Allenatore Breda.

Foggia (4-3-1-2): Bizzarri; Martinelli, Camporese (Loiacono 24′ pt), Ranieri, Kragl; Gerbo (Mazzeo 16′ st), Agnelli, Deli; Galano; Cicerelli, Iemmello. Panchina Noppert, Zambelli, Carraro, Tonucci, Rubin, Boldor, Gori, Arena Allenatore Grassadonia.

Arbitro: Sacchi di Macerata

Reti: 4’ pt Diamanti (L), 30’ pt Loiacono (F), 3’ st Diamanti, 28’ st Bruno.

Note: giornata di sole ma con forte vento. Campo in ottime condizioni. Prima della partita osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Gigi Radice. Prima della partita premiato il doppio ex Novilio Bruschini. Spettatori 5.797 (1.623 paganti 4.174 abbonati) Ammoniti Canessa (L) Valiani (L) Raicevic (L) Ranieri (F) Gerbo (F). Recuperi 4′ e 4′