Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

mercoledì 18 Settembre 2019

Dieci gli atti presentati dai Cinquestelle in Comune, aperta la battaglia su Limoncino


Livorno, 13 luglio 2019 – “Stamani il gruppo consiliare del movimento Cinquestelle di Livorno ha voluto presentare gli ultimi sette atti che sono stati scritti per la discussione in Consiglio comunale. Sommati agli altri tre che erano già stati presentati alla stampa, siamo arrivati ai primi dieci atti che abbiamo scritto e presentato e che attendono la discussione in Consiglio e nelle commissioni. Ricordiamo che il primo atto presentato e depositato per il Consiglio, già illustrato alla stampa, è una mozione contro la discarica del Limoncino: un tema molto attinente la cronaca di questi giorni e per il quale speriamo che la Regione Toscana possa accogliere le richieste fatte dall’attuale amministrazione. Qualora questo non fosse possibile, auspichiamo che si possa proseguire con successo attraverso il ricorso al Tar già avviato. Nel frattempo, il gruppo consiliare continua a sostenere la lotta del comitato contro la discarica ed esprime solidarietà all’attivista che è stato aggredito ieri e che si è dovuto recare al pronto soccorso”.
Con queste parole inizia il comunicato firmato dalla capogruppo Stella Sorgente e sottoscritto dall’intero gruppo consiliare dei Cinquestelle al Comune di Livorno, che comprende anche i consiglieri Luca Vecce ed Igor Nencioni, con il quale sono stati illustrati i temi della conferenza stampa svoltasi oggi, sabato 13 luglio, presso la sede dei Cinquestelle in piazza Garibaldi.
Al centro del comunicato, la questione della discarica del Limoncino, su cui i Cinquestelle sono pienamente attivi in questi giorni, ma anche altre situazioni e vicende, che appunto riguardano le nuove iniziative consiliari.

“Oggi abbiamo presentato ulteriori sette atti su varie tematiche, tra cui la messa in sicurezza del territorio post alluvione”, continua il comunicato dei Cinquestelle. “Su questo tema è stata infatti depositata una mozione che abbiamo scritto dopo aver incontrato il Cal, il comitato alluvionati di Livorno. Abbiamo richiesto a tutti i gruppi consiliari di sottoscrivere questo documento per condividere una tematica che è indubbiamente trasversale, ma ad oggi questo atto è stato firmato, oltre che da noi, solo da Marco Bruciati, capogruppo di Buongiorno Livorno. Nonostante sia passata oltre una settimana dalla prima proposta di sottoscrizione della mozione, al momento gli altri gruppi consiliari non hanno dato la propria adesione, in alcuni casi dicendo che presenteranno un altro atto sullo stesso tema, senza condividere il testo con gli altri. Prendiamo atto della situazione, auspicando però che questo atto possa essere votato da tutti in aula. E’ un peccato perché il testo dell’atto in questione era stato condiviso con il Cal”.

“Un altro atto riguarda i lavori in via Grotta delle Fate, per i quali si chiede di dire chi ha fatto e commissionato il progetto presentato da Salvetti (Luca Salvetti sindaco di Livorno, ndr) in campagna elettorale”, si legge ancora nella nota stampa inviata dalla capogruppo Sorgente. “Un’altra interpellanza riguarda la nuova ‘bioraffineria’ presentata recentemente dal presidente Rossi (Enrico Rossi presidente della Regione Toscana, ndr).”.
A chiudere il pacchetto degli atti presentati in conferenza stampa ci sono infine quattro mozioni: una sui cani uccisi a Montenero nella quale si chiede la costituzione parte civile da parte del Comune, due mozioni sul trasporto pubblico locale, una sugli autobus notturni gratuiti e un’altra sulla riduzione del costo dei biglietti extraurbani da e per Quercianella, e una sul polo tecnologico, nella quale si chiede di dare massima informazione possibile sui bandi che usciranno per il polo, anche attraverso incontri B2G, ossia di ‘business to government’, il commercio elettronico od effettuato con nuove tecnologie tra operatori del mercato e pubblica amministrazione.
“Auspichiamo che questi atti possano essere discussi al più presto in Consiglio comunale”, concludono i consiglieri del gruppo Cinquestelle attraverso la nota.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,