Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

17 Gennaio 2021

Discarica del Limoncino, sospeso il procedimento di riesame dell’Aia


Firenze, 18 luglio 2019 – Una vittoria per i comitati di cittadini che da sempre si battono contro la discarica del Limoncino alla periferia est di Livorno. La conferenza dei servizi svoltasi oggi, giovedì 18 luglio, ha infatti sospeso il procedimento di riesame dell’Aia, la dichiarazione integrata ambientale che autorizza l’esercizio dell’impianto.
Il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, aveva chiesto, assieme all’assessore all’Ambiente del Comune, Giovanna Cepparello, aveva chiesto la sospensione del nulla osta della Regione Toscana per la discarica del Limoncino.

La normativa, detto per inciso, prevede misure finalizzate ad evitare od a ridurre le emissioni delle attività nell’aria, nell’acqua e nel suolo, comprese le misure relative ai rifiuti, al fine di conseguire un livello elevato di protezione dell’ambiente.

“La conferenza dei servizi ha assunto decisioni importanti, tenendo conto dei rilievi tecnici che sono stati mossi da Arpat e delle richieste formulate in modo appropriato dallo stesso Comune di Livorno”, ha dichiarato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, a conclusione della conferenza che si è tenuta presso la sede della Regione a Firenze.

“La serietà dei provvedimenti conferma il comportamento rigoroso con cui i tecnici regionali si muovono su queste vicende”, ha aggiunto Rossi, secondo quanto riporta Toscana Notizie, l’agenzia d’informazione della Regione. “Nei prossimi dieci giorni attendiamo dalla proprietà eventuali rilievi alla decisione di sospensione dei conferimenti. Mentre dall’altra parte è stato sospeso il procedimento di riesame dell’Aia in attesa, anche a questo riguardo, della documentazione integrativa richiesta”.

Negli ultimi giorni, forte si era levata la protesta di molti cittadini, attraverso diversi comitati, contro la discarica del Limoncino. Sono stati organizzati presidi e contestazioni nei pressi della discarica. E’ stata chiesta chiarezza al Comune di Livorno. I molti cittadini scesi in piazza sono stati sostenuti, in questi giorni, da svariate formazioni politiche tra cui Buongiorno Livorno, Cinquestelle, Pci, Potere al Popolo, Toscana per tutti, Città diversa. In particolare, attraverso i loro consiglieri a Firenze, Cinquestelle e Toscana per tutti hanno presentato interpellanze e mozioni anche in Consiglio regionale.