Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

20 Gennaio 2021

Due casi di dengue in città: disinfestazioni notturne contro la zanzara tigre


Livorno, 29 giugno 2018. In seguito a una segnalazione inviata dal Dipartimento della Prevenzione dell’Azienda USL Toscana Nord Ovest, il sindaco Filippo Nogarin ha firmato un’ordinanza con la quale si incarica Aamps di effettuare disinfestazioni straordinarie contro le zanzare in due zone della città.
La segnalazione dell’azienda sanitaria riguarda due casi di pazienti ai quali è stata diagnosticata la dengue, malattia infettiva tropicale contratta con ogni probabilità durante un viaggio.
Poichè la dengue può diffondersi attraverso le punture di zanzara tigre, in questi casi occorre agire principalmente rimuovendo i focolai larvali, con adeguati trattamenti adulticidi e larvicidi in aree pubbliche e private, allo scopo di ottenere la massima riduzione della popolazione di zanzara tigre.
La dengue è una malattia di origine virale causata da 4 virus e si trasmette all’uomo dalle punture di zanzare che hanno punto a loro volta una persona infetta. Generalmente dopo 5 giorni dalla puntura della zanzara infetta si manifesta una febbre alta accompagnata da mal di testa, dolori muscolari e articolari, nausea e vomito. Non esiste una cura specifica ma nell’arco di un paio di settimane la maggior parte delle persone guariscono. Così come tutte le malattie trasmesse dalle zanzare anche per evitare la dengue è opportuno utilizzare specifici repellenti, indossare abiti adeguati, avere in casa zanzariere e tende.
L’ordinanza prevede disinfestazioni straordinarie di Aamps, con particolare riguardo ai parchi e ai giardini pubblici limitrofi, nel raggio di 300 metri, al numero civico 479/B di via delle Sorgenti e al civico 497 di via di Popogna, luoghi dove hanno soggiornato i due pazienti al ritorno dal viaggio.
Le disinfestazioni, rivolte in particolare contro le zanzare adulte, saranno svolte domani, sabato 30 giugno, e saranno ripetute l’1 e il 2 luglio, per tre notti consecutive prima dell’alba. Sarà quindi necessario tenere le finestre chiuse in tali orari.
A partire da oggi, venerdì 29 giugno, nelle ore diurne, Aamps potrà effettuare interventi larvicidi, con rimozione dei focolai larvali, anche nelle aree private di quelle zone. Sarà pertanto indispensabile permettere l’accesso degli addetti alla disinfestazione, riconoscibili mediante cartellino, nelle aree private interessate. Sarà inoltre intensificato il monitoraggio e il trattamento larvicida nei tombini delle strade.
I cittadini dovranno attenersi a quanto prescritto dagli addetti all’attività di disinfestazione per evitare che i focolai abbiano a riformarsi, e devono rispettare le norme che tutti gli anni vengono emanate per evitare il proliferare delle zanzare durante il periodo estivo con particolare attenzione ad evitare il ristagno dell’acqua.