Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

lunedì 23 aprile 2018

Edizioni Erasmo, i libri della settimana


Livorno, 19 marzo. Presentazioni di libri, questa settimana, della Edizioni Erasmo. Nutrito il calendario.

Ingannevoli apparenze di Antonella Panza
Domani, martedì 20 marzo, ore 17.30, al Circolo Ufficiali dell’Accademia Navale, via San Jacopo in Acquaviva, 111, Antonella Panza parlerà del suo libro Ingannevoli apparenze, Edizioni del Boccale.
La presentazione è in collaborazione con il Coro Diapason, diretto dal Maestro Giorgio Gianetti.
La Corale, esperienza ventennale e vasto repertorio classico e moderno, si esibirà con brani appositamente scelti e in linea con le tematiche di alcuni racconti tratti dal libro, letti e commentati dall’autrice.
Dopo La rivolta delle brave bambine, Antonella Panza ritorna, sempre per le Edizioni del Boccale, con il suo nuovo libro Ingannevoli apparenze, raccolta di dodici racconti. Con l’usuale linguaggio politicamente scorretto offre un campionario di personaggi buoni e cattivi; definizioni che sono andate scomparendo dal nostro linguaggio quotidiano.
Nessuno più definisce qualcuno ‘buono’. Buonista è addirittura diventata un’offesa. Il buono è lo sciocco, lo sprovveduto, l’illuso oppure, quel che è peggiore, è l’ipocrita, il falso che sicuramente nasconde, dietro buoni atteggiamenti, mire sinistre e sleali. E nessuno più definisce un individuo ‘cattivo’. La società moderna ha coniato una serie di definizioni per descrivere persone ‘caratteriali’, ‘poco collaborative’, ‘aggressive’ oppure con il più che abusato ‘frustrate’. E con questi soggetti, particolarmente difficili siamo portati ad essere tolleranti, pazienti, a giustificarli, quasi che ci fosse una sorta di ‘fascinazione del male’. Dopo aver disegnato una carrellata di varie tipologie, spesso dall’apparenza ingannevole, l’autrice pone una sfida al lettore: in quale ti riconosci?

Voci poetiche di donne (e non solo) di ieri e oggi
Mercoledì 21 marzo, ore 17, in occasione della Giornata mondiale della poesia, presso la Biblioteca comunale Bottini dell’Olio, piazza del Luogo Pio, appuntamento con Voci poetiche di donne (e non solo) di oggi e di ieri. Incontro a cura dell’Associazione Evelina De Magistris. Introduce Laura Visconti, curatrice della collana di poesia Gocce nel mare delle Edizioni Erasmo.
Nel corso dell’incontro Franca Bellucci, Nicoletta Buonapace, Simona Massa e Laura Visconti, leggeranno alcune loro poesie pubblicate dalle Edizioni Erasmo nella collana Gocce nel mare.
Presenti all’incontro Paolo Baroni, Antonella De Muti, Patrizia Nesti, Jasna Petrovska, Daria Razzani, Stefania Virgili. Ciascun partecipante potrà proporre, oltre alla propria, la “voce” di un/una poeta a sua scelta. La lettura delle poesie sarà accompagnata da intermezzi musicali (voce e accompagnamento) di Maria Torrigiani.

Le donne di De André
Giovedì 22 marzo, ore 20.45, Nuovo Teatro delle Commedie, nell’ambito dell’iniziativa FABER, serata dedicata a Fabrizio De André, presentazione del libro di Lorenzo Taccini e Donatella Nannipieri Le donne di De André, Edizioni Del Boccale. Saranno esposte, a cura di Carlo Peveri, sculture di Donatella Nannipieri e fotografie di Matteo Verre.
Intermezzo musicale di Lorenzo Taccini e la Piccola Orchestra Hotel Supramonte – Cattiva strada.
“Tante, tantissime le donne di De André, da una canzone all’altra, da un testo all’altro, dalle madri alle innamorate, fino alle prostitute, giovani e vecchie: tutte trattate con garbo, a volte con ironia, sempre con rispetto. Tutte, in un certo senso, trasportate in una dimensione ‘mitica’, svincolata dalla meschinità del reale e dove la donna può esprimere la sua essenza più profonda. Il gusto per le atmosfere antiche di De André, medievaleggianti e rinascimentali, ben si sposa con il gusto di Lorenzo, da sempre estimatore delle ballate, genere fecondo della tradizione popolare. Belle e forti, queste donne. Bene ha fatto Lorenzo Taccini, come un antico cavaliere, a dedicare loro l’attenzione e la cura che meritano.”
Dall’introduzione di Susanna Cappellini.

I quaderni di Storia del cinema
Venerdì 23 marzo, ore 17.00, a Villa Maria, ingresso via Redi e via Calzabigi, sezione della Biblioteca Labronica sede del nuovo Centro di Documentazione sulle Arti dello Spettacolo, si parlerà dei libri pubblicati nella collana I quaderni di Storia del cinema delle Edizioni Erasmo.
Dal 2011 la casa Editrice Erasmo pubblica una collana di studi cinematografici, diretta da Massimo Ghirlanda, dal titolo I quaderni di Storia del cinema.
Dopo un volume introduttivo, sulla rassegna dei capolavori, curata dal Centro Studi Commedia all’italiana, la casa editrice ha dato alle stampe, negli anni, una serie di sceneggiature originali a partire dal Sorpasso di Scola e Maccari, fino a Ovosodo di Virzì, Bruni e Scarpelli. L’originalità di questi volumi risiede nell’impostazione filologica con la quale i testi sono commentati, corredati da un apparato essenziale di note e confronti con le varie stesure di scrittura del film e una serie contributi di approfondimento collocati in appendice. I libri della collana sono diventati oggetto di studio nelle scuole di cinema e nelle università italiane, grazie alla loro accurata impostazione didattica.
Ultimo libro della collana, nel 2017, Miraggio di un film, lo studio del carteggio tra Zavattini, Rossellini e De Castro, presidente del Consiglio della FAO dal 1952 al 1956, per la realizzazione di un film sul tema della geografia della fame nel mondo

The following two tabs change content below.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,