Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

martedì 20 novembre 2018

Ferruccio De Bortoli e il ’68, dialogo al Cisternino


Livorno 18 ottobre 2018. Il 23 ottobre alle ore 17 al Cisternino di Città incontro sul “‘68 in Movimento. Dialogo con Ferruccio De Bortoli a cinquant’anni dalla contestazione”. L’ex direttore di Corriere della Sera e Sole 24 Ore si confronterà sul tema con i giovani redattori di Uni Info News e col dirigente dell’Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti (Anppia) Renzo Bacci. L’evento è stato presentato oggi al Cisternino di Città dagli organizzatori e da Stella Sorgente, vicesindaca di Livorno.
“Questa sul ‘68 è la prima delle iniziative promosse dai tavoli partecipativi nati a seguito della manifestazione di interesse per l’utilizzo di questo spazio – ha dichiarato Sorgente -. Il fil rouge di una riflessione sul ‘68 ha unito i tavoli cultura e giovani e in particolare ANPPIA e Uni Info News, in un’ottica intergenerazionale sicuramente interessante e costruttiva”.
“Come Anppia cerchiamo di indagare il presente partendo dalla nostra storia – ha sottolineato Renzo Bacci, dirigente dell’Associazione, dopo i ringraziamenti all’amministrazione e al partner Uni Info News – e il presente è frutto di eventi che spesso non conosciamo. Quest’anno riunisce diversi anniversari: l’80esimo delle Leggi razziali, il 70esimo dell’entrata in vigore della nostra Costituzione e il cinquantesimo del ‘68. In quell’anno giovani di tutto il mondo si rivoltarono contro autorità, gerarchie e regole che ritenevano superate, avendo come motore della contestazione il movimento degli studenti seguito poi da esperienze analoghe nelle fabbriche, nella chiesa cattolica, anche nella polizia, dove ad esempio sorsero i primi sindacati”. La riflessione può aiutare a superare le caratteristiche di questo momento attuale, che l’Anppia ritiene poco incoraggianti.
“La protesta studentesca è sempre stata forte a Livorno – ha aggiunto Paolo Gambacciani, di Uni Info News – Da qui è nata l’idea di raccontare il ‘68 anche a chi ha vissuto o sta vivendo in epoca recente formule come le autogestioni. La scelta di De Bortoli, della quale ringrazio Anppia, è per noi di Uni Info News congeniale. La nostra associazione infatti da cinque anni affianca con un percorso formativo e editoriale i giovani livornesi interessati al giornalismo nel periodo dagli ultimi anni del liceo ai primi anni universitari”.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,