Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

25 Ottobre 2020

Giocagin 2018, sabato 24 e domenica 25 Festa dello Sport Uisp


Livorno, 21 febbraio. Torna il divertimento in movimento: GIOCAGIN sta per lanciare una nuova invasione pacifica e colorata delle città italiane. Per la provincia di Livorno queste sono le date: sabato 24 febbraio alla Palestra Picchi di Rosignano, dalle ore 15.00 alle ore 19.00; domenica 25 all’impianto della Bastia di Livorno, dalle ore 15.00 alle ore 19.00. In entrambe le occasioni, l’ingresso alla manifestazione avrà un prezzo simbolico di 5 euro e il ricavato sarà devoluto in beneficienza alla fondazione Terre des Hommes. Nella sala De Majo del Comune di Livorno, Giocagin 2018 è stato presentato in una conferenza stampa a cui hanno partecipato l’assessore allo Sport Andrea Morini, il presidente Uisp Terre Etrusco-Labroniche Daniele Bartolozzi, accompagnato da Ilaria Stefanini (responsabile grandi eventi Uisp) e Laura Romboli (membro del direttivo Uisp locale).
“Questo è un evento all’insegna dello sport per giovani e non e della solidarietà – afferma Andrea Morini. C’è un approccio gioioso alla pratica sportiva con il pensiero a chi soffre e il contributo volto a creare uno squarcio di normalità in un quadro drammatico come quello vissuto dai bambini siriani. Invitiamo pertanto tutti a partecipare a questa manifestazione che l’Amministrazione supporta”. Queste, invece, le parole di Daniele Bartolozzi: “Per noi è un appuntamento importante e quest’anno la novità è organizzarlo anche a Rosignano. Ci saranno molti sportivi in questa due giorni di non competizione che mette al centro sport e sociale”.
Tutti sono invitati a partecipare alla raccolta fondi e a sostenere l’iniziativa: basta stampare i volantini dell’evento (reperibili anche sul sito www.uisp.it/terretruscolabroniche) e scattarsi un selfie da condividere sui social utilizzando l’hashtag ‪‬‬#‎giocagin‬. Il Comitato Uisp delle Terre Etrusco-Labroniche aderisce anche quest’anno alla manifestazione nazionale Uisp, che nel 2018 coinvolge ben 51 città italiane da febbraio a giugno. È la festa dello stile di vita attivo, per la salute del proprio corpo e la condivisione, non tralasciando l’aspetto benefico. Solidarietà quest’anno rivolta ai bambini siriani che si trovano in Libano in fuga dalla guerra. Giocagin 2018 continuerà a contribuire alla risposta umanitaria attraverso l’acquisto di un nuovo Ludobus, che permetterà a Terre des Hommes di raggiungere i bambini delle aree più remote, garantendo loro il diritto al gioco e all’infanzia.

Nella provincia di Livorno, quest’anno Giocagin raddoppia e porterà, tra Livorno e Rosignano, circa 600 atleti ad esibirsi nel corso delle due giornate in programma. Apertura in grande stile con la sfilata di tutte le società partecipanti, accompagnata dalle note del coro dei bambini; quindi via alle esibizioni delle 15 discipline coinvolte, chiamate ognuna a mostrare un saggio delle proprie attività. Eccole: ginnastica, pattinaggio, anelli, zumba, bike trial, pallavolo, ginnastica artistica, gruppo burlesque, danza, gruppo canoro/corale, tango, balli di gruppo, gruppi A.F.A. (attività fisica adattata), ginnastica coreografica e scherma. Ce ne sarà per tutti i gusti, insomma, e per tutte le età: grandi e piccini insieme, sia tra il pubblico che in pista.

Nel corso della conferenza stampa, Morini e Bartolozzi si sono confrontati sul tema degli impianti sportivi a Livorno, relativamente a un bando comunale per la gestione di tre palestre cittadine che non ha previsto la partecipazione degli enti di promozione sportiva (come Uisp). Tra le tre palestre vi è quella di Collinaia, da anni gestita dalla Uisp, che adesso rischia di perderla. “L’esclusione dal bando – afferma il presidente Uisp – è un ostacolo all’attività degli enti di promozione sportiva. Noi abbiamo difficoltà a dare risposte ai nostri sportivi. Spero sia possibile replicare in futuro iniziative come Giocagin ed altre, ma ho timore data la riduzione degli spazi concessi”. Questa la replica dell’assessore allo Sport: “Non vogliamo porre limiti agli enti di promozione sportiva. Quel bando era specifico per discipline, come la scherma e gli sport da combattimento, che faticano a trovare impianti dedicati in città. Non c’è nessuna volontà di penalizzare la Uisp, che inviterò per un incontro finalizzato ad affrontare questo aspetto”. Nella foto da sin: Daniele Bartolozzi, Andrea Morini, Ilaria Stefanini, Laura Romboli)