Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

martedì 16 luglio 2019

Gipi in mostra a Palazzo Blu di Pisa


(Simone Consigli) Pisa, 16 giugno 2019 – Ieri, sabato 15 giugno, ha aperto i battenti la mostra estiva a Palazzo Blu a Pisa. Il protagonista è Gipi, Gian Alfonso Pacinotti, nato proprio a Pisa nel 1963. Fumettista, scrittore, illustratore e regista, è oggi tra i maggiori talenti della scena culturale italiana, pluripremiato in diversi concorsi letterari e artistici di caratura internazionale.

Il percorso espositivo è inserito nel ciclo, con Gipi alla quinta edizione, dedicato alla grafica d’artista. Acquerelli, gessi, penna, matita e pennarelli, acrilico, diversi formati e supporti, la mostra offre una panoramica esauriente del talento di Gipi, più di ottanta tavole originali tratte dai volumi di maggior successo dell’autore, storie a fumetti che sono state tradotte in ben diciotto paesi diversi. “Prima non riuscivo a vivere di questo”, racconta Gipi, “poi il successo, Parigi e adesso Roma; devo ringraziare il curatore Giorgio Bacci e Palazzo Blu, per questa lieta sorpresa e per avermi aiutato a ricostruire, attraverso quest’esposizione di disegni, praticamente tutta la mia vita. Ogni tavola e ogni storia, racchiude momenti diversi, fidanzate diverse, avventure professionali e ancora molto altro che vedo qui a Pisa, riunito e non posso fare altro che parlarne con emozione”.

Gipi spiega il suo amore per il fumetto: “Mi piace soprattutto raccontare storie e credo che le storie siano il perno su cui ruota il supporto del disegno, è vero anche che quando l’ispirazione manca, parto dall’illustrazione, ma farei difetto se dicessi di essere un pittore vero e prorio”. Esterno notte, La terra dei figli, Unastoria, Appunti per una storia di guerra, sono questi quattro i libri di Gipi, quelli di maggior successo, da cui sono state scelte le tavole più belle e significative esposte a Palazzo Blu. Si tratta di una mostra di disegni e di fumetti, non di una mostra d’arte, la struttura museale dei lungarni pisani offre ai visitatori estivi e quindi anche ai turisti un’alternativa fresca e una novità accattivante: scoprire un artista attraverso i suoi disegni e le sue storie. I premi vinti, la fama internazionale fa sì che tutti conoscano Gipi e la sua opera. La mostra resterà aperta fino al 19 ottobre e sarà a ingresso libero.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,