Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Un'immagine di Vincenzo Pasquariello (foto libera da diritti tratta dal profilo Linkedin)

Il coronavirus strappa alla vita Vincenzo Pasquariello, ex direttore della Coin di Livorno


(Marco Ceccarini) Livorno, 2 aprile 2020 – E’ prematuramente scomparso all’ospedale di Melegnano, alle porte di Milano, l’ex direttore del magazzino Coin di Livorno, Vincenzo Pasquariello, attualmente a capo di uno dei più grandi negozi Ovs del capoluogo lombardo. Il drammatico epilogo della lotta del giovane manager al coronavirus Covid-19 si è consumato nella mattinata di oggi, mercoledì 2 aprile, dopo solo pochi giorni di ricovero.

Casertano di nascita, ragioniere ed esperto di marketing, Pasquariello aveva appena 41 anni. Viveva con la moglie e i due bambini a Milano, dopo aver vissuto per lavoro in diverse città d’Italia. Aveva mantenuto forte il legame con Caserta, sua città natale, ma forte era rimasto anche il legame con Livorno, dove aveva mantenuto molte amicizie ed innumerevoli conoscenze.

A fine marzo Pasquariello era stato ricoverato in ospedale dopo aver contratto il coronavirus e questa mattina il suo cuore ha cessato di battere.

Pasquariello, dopo alcune esperienze come venditore a Caserta, aveva iniziato il suo percorso alla Coin come venditore domenicale in un punto vendita di Napoli. Dopo qualche mese colse l’opportunità di un contratto a tempo determinato e poco dopo quel contratto fu trasformato in un lavoro a tempo indeterminato. Tre anni dopo era capo negozio. In tale ruolo è stato negli esercizi commerciali Coin di Bari e di Reggio Calabria. Ma dopo altri quattro anni, ai primi del 2012, a suggello di una carriera che si preannunciava veloce e brillante, venne nominato direttore del magazzino di Livorno, uno dei più antichi d’Italia.

A Livorno, dove si era ben inserito nel tessuto cittadino, ha diretto il grande negozio di piazza Attias per oltre sei anni e mezzo, dal febbraio 2012 al settembre 2018, quando è stato chiamato a dirigere una delle principali strutture commerciali Ovs di Milano e per questo si è trasferito con la famiglia in Lombardia.

“Il mio ruolo prevede la gestione commerciale, economica ed organizzativa del punto vendita”, aveva scritto Pasquariello sul proprio profilo Linkedin per descrivere l’attività svolta a Livorno. “In accordo con le direttive aziendali mi attivo per il raggiungimento dei risultati di vendita, la fidelizzazione della clientela e lo sviluppo delle risorse. Garantisco la sicurezza delle persone e la salvaguardia del patrimonio aziendale. Monitorizzo costantemente il mercato locale e le azioni della concorrenza, fornendo indicazioni riguardanti le potenzialità del mercato di riferimento”.

Anche Livorno, come Caserta, piange quello che era diventato, negli anni, un suo figlio acquisito.