Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

24 Settembre 2020

Il Flautino, l’opera lirica andrà in scena alle scuole elementari


(Angela Simini) Livorno – novembre. Si è pensato proprio a tutto, anche a far gustare “Il Flauto Magico” di Mozart ai bambini delle scuole primarie. Come ? Nasce da un’idea di Paola Geri e di Grazia Dopo il cammino formativo nelle classi. Ha preso il via la seconda parte del progetto che si è svolta direttamente al Teatro Goldoni, dove le classi sono state preparate dal Direttore del coro delle voci bianche, M° Marisol Corballo. E perché, fin da piccoli, i piccoli spettatori-attori prendano confidenza col teatro e la sua magia, gli scolaretti sono stati guidati a visitare il teatro fin dietro le quinte. L’iniziativa si inquadra nel progetto “Un banco all’opera” del Circolo Didattico Carducci con la collaborazione della cassa Editrice Sillabe, che pubblica il testo del Flautino. Sarà questo il modo per guidare i bambini lungo il viaggio fantastico sulle orme del principe Tamino, attraverso il regno di Astrifiammante, la terribile Regina della Notte, tra serpenti dagli occhi di lampo e stelle di fuoco. Il messaggio è decisamente formativo per i bambini che accompagnano Tamino, principe che non conosce l’amore, il pericolo e la saggezza, alla conquista dei valori della vita tramite la musica.
Sarà messo in scena da Piombanti del Circolo Didattico Carducci , con l’apporto del Maestro Francesco Del Zoppo, l’adattamento dell’opera che andrà in scena lunedì 14 novembre 2016, ore 9.00 e ore 11.00, per la drammaturgia di Mauro Pasqualini. Sono state coinvolte le primarie Carducci (Ardenza, Banditella, Montenero), Lambruschini, Villa Corridi, Razzauti, Benci, Santo Spirito, De Amicis, Natali, S.Carlo Borromeo e le secondarie di primo grado: Bartolena e Tesei. Tre docenti hanno fatto la spola nelle classi coinvolte, hanno raccontato ai bambini l’opera, l’hanno fatta ascoltare e sono stati loro a costruire degli oggetti magici che serviranno durante la rappresentazione del 14 novembre. Lo spettacolo che ne è scaturito si avvale della partecipazione di alcuni cantanti del cast, mentre Mauro Pasqualini sarà la voce narrante, Flavio Fiorini al pianoforte sostituisce l’orchestra, il coordinamento registico è curato da Alberto Paloscia. La particolarità di questo lavoro sta nel fatto che gli allievi interagiranno con i cantanti accompagnandoli con cori delle arie più famose trascritte per loro.