Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

13 Maggio 2021

L'arrivo del vaccino anti covid-19 a Livorno (foto Usl Toscana nordovest)

Il giorno della speranza è scoccato, vaccinati anche a Livorno i primi operatori sanitari


Livorno, 27 dicembre 2020 – Quarantacinque operatori sanitari (18 infermieri, 8 medici, 8 tecnici 6 Oss, 2 amministrativi, 1 specializzando, 1 dirigente sanitario e 1 rappresentante di Estar) sono stati i primi vaccinati contro il Covid-19 nella sede ospedaliera di Livorno. Tra i presenti il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il sindaco di Livorno Luca Salvetti e il direttore generale della Usl Toscana nordovest, Maria Letizia Casani.

Questo è quanto si legge in un comunicato diffuso oggi, domenica 27 dicembre, dall’ufficio stampa dell’azienda Usl Toscana nordovest.

“Si tratta di un giorno storico – ha detto Maria Letizia Casani, direttore generale della Usl Toscana nordovest – per la nostra Azienda e per tutta la comunità. Oggi sono arrivate le prime 135 dosi di vaccino somministrate nelle sedi di Livorno, Lucca e Massa. È solo un’anticipazione di quello che avverrà a partire dai prossimi giorni con la più grande opera per tempi e per modi di vaccinazione che sia mai stata fatta. In prima battuta, come da indicazioni ricevute, procederemo a vaccinare gli operatori del sistema sanitario che devono garantire la tenuta del sistema e gli anziani delle Rsa in quanto categoria più fragile che è stata duramente attaccata dal virus in questi mesi. Da oggi confidiamo di essere un passo più vicini alla fine della pandemia”.

A Livorno i primi due vaccinati sono stati il direttore dell’ospedale Luca Carneglia e il primario delle Malattie Infettive Spartaco Sani. “Il vaccino rappresenta sicuramente una delle armi necessarie nella battaglia contro il coronavirus – ha affermato Luca Carneglia – e per questo invito tutti a cogliere l’opportunità offerta dal nostro sistema sanitario che lo mette a disposizione gratuitamente di tutti i cittadini. Pensavo che sarei stato l’ultimo a poterlo fare lasciando questa possibilità agli operatori impegnati in prima linea con il Covid, ma quando mi è stato chiesto di essere il primo a dare l’esempio non ho avuto alcune esitazione e stiamo lavorando affinché possibilità sia estesa al più presto a tutti”.

“È stato un anno molto complicato – ha ammesso Spartaco Sani – che ci ha visto protagonisti nostro malgrado della più grande emergenza sanitaria planetaria dell’ultimo secolo. Sono felice che sia arrivato questo giorno e soprattutto questo vaccino per il quale mi sono offerto senza alcun dubbio. Adesso è importante che anche la cittadinanza possa avere accesso a questa possibilità e che tutto proceda nel migliore dei modi per arrivare finalmente alla fine di questo incubo. Nel frattempo sarà importante continuare a seguire le consuete indicazioni di prevenzione legate all’uso delle mascherine, alla distanza sociale e al lavaggio costante delle mani”.

Tags: , , , ,