Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

23 Gennaio 2021

Il messaggio di “Incessante”. Intervista a Lamberto Giannini


(Simone Consigli) Livorno, 4 giugno 2018. “Incessante è stato forse il più riuscito dei nostri spettacoli, magari sarà l’entusiasmo del momento ma per me è così”. Lamberto Giannini sprigiona felicità da tutti i pori per il successo degli spettacoli della settimana scorsa al Teatro Goldoni. Due date, prima e replica, tutte e due incassando il tutto esaurito. Un’esperienza di cambiamento e di progresso per la compagnia Mayor Vin Frinzius e per il professore-filosofo Lamberto Giannini. “ Crescita e modifiche. “Incessante” ha riportato sul palco le solite atmosfere e il solito modus agendi che la città ben conosce, con delle new entry, sia tra gli attori, con nuovi innesti di disabili dell’Anffas e nuove collaborazioni di giovani inseriti dal regista Lamberto Giannini, ma la linea conduttrice è rimasta la stessa, chi di nuovo è arrivato ha trovato subito l’ambiente tradizionale Mayor. “Siiamo veramente andati a mille – continua Giannini – in questi mesi abbiamo fatto centinaia di prove e vorrei ringraziare l’impegno degli attori per la costanza e l’attenzione e la vera e propria professionalità che ha portato alla bontà di questo risultato, solo la settimana prima i ragazzi ed io abbiamo raggiunto Monza per presentare lo spettacolo al festival e non solo tutto è andato bene, ma i miei ragazzi si sono dimostrati anche più presenti di me e prima di me si sono messi sul palco a provare spronandomi a seguirli. Questo mi rende molto fiero”. Lo spettacolo nel suo significato e nella sua struttura ricalca gli spettacoli precedenti, indagare le pieghe umane, comprenderle ed esorcizzarle. “Incessante” sviscera la vita attraverso il ritmo, che sia l’amore, l’amicizia o la vita intera tutto è ripetuto e rassicurante. Fino a che c’è. L’ansia e la paura che tutto questo ritmo incessante finisca è l’angoscia, il cuore di cartapesta con tanto di aorta e ventricoli che viene fatto calare sul palco del Goldoni scende a rassicurare tutti e il suo battito che continua è il ritmo ossessivo dello spettacolo. “Voglio ricordare – dice Lamberto Giannini – che molti degli attori di Ossessione hanno partecipato allo spettacolo Up di Paolo Ruffini, che per me si sta rivelando sempre di più una piacevole collaborazione. Mayor Von Frinzius come al solito è in giro per l’Italia, come al solito richiestissima e applauditissima. E come al solito Livorno per la prima si è stretta in un abbraccio caloroso attorno al prof del Liceo che ha reso famosi come star una compagnia di down. I numerosi premi e riconoscimenti conseguiti si confermano ormai da anni. Facendo due conti siamo al 12esimo spettacolo con la Fondazione Goldoni e la 39esima iniziativa targata anche Paolo Ruffini. Tra le armi più affilate che la cultura livornese può vantare, Mayor Von Frinzius si presenta sempre piuttosto tagliente, al di là dell’autoreferenziale riconoscimento cittadino e l’intento pedagocico-educazionale, riconoscimenti a livello nazionale e artistico hanno dato vita a una realtà teatrale che da anni ormai è attesa dai livornesi come uno degli appuntamenti più importanti del cartellone. Lamberto Giannini riscuote il successo e sorride. Incamera i complimenti della città e ringrazia tornando a scuola a insegnare filosofia al liceo, ma promette ancora tanto impegno incessante.
simoneconsigli@live.it