Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

23 Gennaio 2021

Il nostro Louvre: giornata dedicata al Mercato delle Vettovaglie


Livorno, 21 giugno 2018. Il Comune di Livorno lancia un nuovo Bando per la concessione degli spazi attualmente inutilizzati all’interno del Mercato delle Vettovaglie. Un bando aperto a tutti gli operatori che vogliano avviare una attività all’interno della grande struttura mercatale, tra le più belle d’Europa, e con potenzialità davvero uniche, come l’accesso diretto alla vie d’acqua affacciandosi sui canali medicei.
Il Bando (in pubblicazione entro il mese di giugno) prevede, attraverso l’asta pubblica, l’assegnazione in concessione di 1 negozio, 14 banchi, 17 cantine e 2 ammezzati. Complessivamente 34 unità di cui viene indicata la destinazione d’uso per favorire lo sviluppo commerciale della struttura ma anche l’attrazione turistica. Se infatti la maggior parte delle destinazioni riguardano la vendita di generi alimentari riferita a prodotti tipici italiani – secondo quella che è la vocazione primaria del Mercato – alcune unità a bando sono destinate alla somministrazione, segno evidente della forte volontà di ampliare l’offerta commerciale e fare del Mercato un punto di ritrovo e tappa turistica.

“Il nostro Mercato merita un respiro ed un rilancio che vada oltre i confini del Comune – ha detto l’assessore al commercio Paola Baldari – ci auguriamo che questo bando possa attrarre l’attenzione di imprenditori anche da fuori Livorno, soggetti che possano portare idee nuove pur senza snaturare quello che è lo spirito che si vive in questa bellissima struttura”
Il Bando segue una precedente gara lanciata dall’Amministrazione comunale nel febbraio scorso sempre finalizzata all’assegnazione dei locali vuoti. Allora era rivolto unicamente agli esercenti già attivi all’interno del Mercato che hanno risposto con successo alla call presentando progetti e offerte enogastronomiche di qualità ed originali. Adesso ci si rivolge anche agli operatori esterni per “saturare” gli spazi rimasti vuoti.
Gli interessati avranno i banchi/negozio oggetto dell’assegnazione per una durata della concessione di 9 anni rinnovabile per ulteriori 3 anni per le attività di somministrazione, con il pagamento di un canone mensile obbligatorio. I candidati dovranno adottare inoltre per l’allestimento esterno dei banchi un prototipo indicato dall’Amministrazione per una uniformità estetica del mercato, come già indicato nel precedente bando.
Il bando si può consultare alla pagina www.comune.livorno.it > bandi e gare (dalla fine del mese di giugno).

E’ stato presentato nel corso di una iniziativa pubblica, che si è tenuta al Cisternino di Città alla presenza delle associazioni di categoria, le imprese commerciali e gli stessi esercenti del Mercato.
“Il nostro Louvre” è stata denominata ’iniziativa, presenziata dall’assessore al commercio del Comune di Livorno Paola Baldari, coadiuvata dal dirigente del settore Commercio del Comune di Livorno, Massimiliano Bendinelli e dalla responsabile dell’ufficio di Direzione del Mercato Centrale Nella Benfatto.
Dopo la presentazione in dettaglio del bando, le modalità di partecipazione e principalmente dopo l’introduzione in cui è stata evidenziata la volontà forte dell’Amministrazione di potenziare il Mercato Centrale per farne un centro di attività diversificate e di qualità, capaci di impreziosire e valorizzare la struttura , l’iniziativa si è completata con la proiezione del video di Luciano De Nigris “Il nostro Louvre” ( il titolo richiama l’accostamento che i livornesi fecero con il museo parigino al momento dell’inaugurazione della struttura allora considerata eccessiva e troppo solenne). Il video, corredato di interviste di Giovanni De Peppo e teso ad evidenziare il carattere di “piazza” del Mercato, ovvero luogo di ritrovo, ascolto e relazioni, è stato introdotto dal caporedattore de Il Tirreno Alessandro Guarducci. Alla presentazione anche l’ingegner Alberto Ughi e lo storico Fabrizio Ottone che hanno collaborato alla realizzazione del video.