Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

17 Ottobre 2021

Un particolare della locandina di Rifkin’s Festival (foto tratta da internet)

Il Rifkin’s Festival di Woody Allen, nuova commedia sull’amore, sbarca a Livorno


(Donatella Nesti) Livorno, 12 maggio 2021 – Per tutti gli amanti del cinema, che in questi giorni stanno ritornando nelle sale cinematografiche, c’è l’attesa uscita della nuova commedia sull’amore ‘Rifkin’s Festival’, scritta e diretta da Woody Allen. Si tratta di una coproduzione Italia-Spagna realizzata da The Mediapro Studio, Gravier Productions e Wildside. “Realizzare Rifkin’s Festival è stata una grande gioia, soprattutto grazie a Vittorio Storaro e alla sintonia che ci ha legati durante le riprese. Spero che questo film, in un periodo così difficile, restituisca al pubblico il grande piacere di tornare in sala” ha dichiarato per l’occasione Woody Allen.
Il film, già presentato all’ultimo Festival di San Sebastian, dove è anche ambientata la storia, ha ricevuto un grandissimo apprezzamento da parte del pubblico e arriva finalmente anche a quello italiano. Rifkin’s Festival è interpretato da un grande cast internazionale di vecchie e nuove conoscenze del maestro: Wallace Shawn, che aveva lavorato già molte volte con lui fin dai tempi di Radio Days, Gina Gershon,( il volto e il corpo della Hollywood più trasgressiva. Tra i suoi film scandalo, ci sono Bound torbido inganno dei fratelli Wachovski e Showgirls di Paul Verhoeven film in cui riusciva a sedurre uomini e donne) Louis Garrel, Elena Anaya, Sergi López e Christoph Waltz. Il direttore della fotografia è Vittorio Storaro, la scenografia è di Alain Bainée, il montaggio di Alisa Lepselter, i costumi di Sonia Grande e le musiche di Stephane Wrembel.

Mort Rifkin (Wallace Shawn) è un ex professore e un fanatico di cinema sposato con Sue (Gina Gershon), addetta stampa di cinema. Il loro viaggio al Festival del cinema di San Sebastian, in Spagna, è turbato dal sospetto che il rapporto di Sue con il giovane regista suo cliente, Philippe (Louis Garrel), oltrepassi la sfera professionale. Il viaggio è però per Mort anche un’occasione per superare il blocco che gli impedisce di scrivere il suo primo romanzo e per riflettere profondamente. Osservando la propria vita attraverso il prisma dei grandi capolavori cinematografici a cui è legato, Mort scopre una rinnovata speranza per il futuro. La sua ipocondria lo porta a scoprire il fascino di una bella dottoressa spagnola e le due storie offrono ad Allen l’occasione di esplorare con sarcasmo ed ironia il rapporto tra uomini e donne tema ricorrente di tutta la sua filmografia. Il protagonista, cinefilo innamorato del cinema europeo,fa strani sogni in bianco e nero in cui rivive Jules e Jim, Fellini, Bunuel, Leluch e non manca la partita a scacchi de ‘Il settimo sigillo’ di Bergman resa assai divertente. Con il suo surreale umorismo, Woody Allen narra situazioni ironiche ma anche inevitabili momenti di amarezza.
Woody Allen è stato ospite della trasmissione di Fazio domenica 10 in collegamento da New York ed ha confessato al conduttore il suo amore per la musica, per la presenza femminile nella sua vita, ed ha riconosciuto l’importanza del doppiaggio italiano di Oreste Lionello che ha valorizzato la sua voce. “Oreste Lionello che è stato la mia voce, mi ha fatto diventare un eroe. Mi ha reso divertente, mi ha reso un migliore attore. Gli sono molto grato”. Durante la trasmissione è stato presentato il libro autobiografico di Woody “A proposito di niente” pubblicato in Italia, per La Nave di Teseo, dopo tante polemiche, “A me, leggerlo ha dato ore di pura gioia e senso di libertà. Spero anche ai lettori”, ha dichiarato Elisabetta Sgarbi.

Tags: , ,