Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

3 Marzo 2021

Incontro con le libellule delle colline livornesi


(Paolo Pasquinelli) Livorno, 28 luglio. Un incontro non casuale quello avvenuto con le libellule presenti nelle Colline livornesi. Cercato e mirato per il completamento dei miei studi sulle Biodiversità. Rigagnoli, pozze d’acqua e invasi artificiali sono le rimanenze acquifere di una torrida estate che permettono la sopravvivenza di questi organismi importanti per l’equilibrio degli ecosistemi sempre più aggrediti dalle attività umane e dai cambiamenti climatici. Fortunatamente alcuni mini-ambienti delle Colline livornesi mostrano una sorprendente capacità vitale. In queste ultime due settimane sono rimasto ammirato specialmente dalla presenza e dal comportamento delle libellule appartenenti alla Specie Calopterix haemorrhoidalis. Ebbene, tale Specie presenta un dimorfismo sessuale ben evidente: l’esemplare maschile (foto in basso) è completamente nero tranne una piccola parte terminale dell’addome di color rosso vivo (da cui è derivato haemorrhoidalis….) mentre la femmina (nella foto in alto) presenta ali quasi dorate con evidenti peristigma bianchi. Ho notato che soltanto alcuni luoghi sono colonizzati da queste libellule: Fonte all’Amore, Sambuca, Infernaccio e Chioma con i rispettivi rii (Popogna, Ugione e Chioma). In special modo a Fonte all’Amore (luogo dove ancora a fine luglio esiste un piccolo invaso d’acqua) ho condotto studi relativi alla modlità di volo, ai vari stadi di crescita, al dimorfismo sessuale e ai rituali d’accoppiamento (nella foto rarissima, scattata a Fonte dell’Amore) di Calopterix haemorrhoidalis. paolopasquinelli@alice.it
Paolo Pasquinelli, biologo e artista contemporaneo.

SONY DSC


SONY DSC