Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

27 Gennaio 2021

Il Moby Prince come si presentava dopo il rogo (foto d'archivio)

La Livornina d’Oro all’Associazione 140 dei familiari delle vittime del Moby


(Mirko Branca) Livorno, 13 gennaio 2021 – Il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, con la giunta comunale, ha deciso di conferire la Livornina d’Oro all’associazione 140 Familiari delle vittime del Moby Prince” che unisce gran parte dei parenti e dei familiari delle vittime della tragedia del 10 aprile 1991.

La notizia è stata fornita questa mattina, mercoledì 13 gennaio, attraverso un comunicato dall’ufficio stampa del Comune di Livorno.

“Una scelta legata all’impegno prezioso svolto in questi anni e per aver tenuto accesi i riflettori sul percorso di ricerca della verità”, ha detto il sindaco Salvetti durante l’annuncio fatto questa mattina in Consiglio comunale. “Un cammino non facile per l’Associazione che ha unito la volontà di giustizia al dolore per la perdita dei familiari”.

La massima onorificenza della Città di Livorno, accolta con parere positivo da parte di tutte le forze politiche presenti in Consiglio, sarà conferita il 10 aprile, a 30 anni dalla più grande tragedia della marineria civile italiana e da una delle più profonde ferite subite da Livorno”.

Il sindaco Salvetti ha voluto che Loris Rispoli, presidente dell’Associazione 140 Familiari delle vittime del Moby Prince, fosse presente nella sala del Consiglio durante la comunicazione del conferimento della Livornina d’Oro. Terminati gli interventi dei consiglieri, che hanno approvato la decisione e ringraziato la medesima Associazione per il lavoro fatto in tutti questi anni per non perdere la memoria di quella che rimane la più grande tragedia della marineria civile italiana e per chiedere verità e giustizia, Salvetti si è alzato ed è andato ad abbracciare Rispoli, a sua volta visibilmente commosso.

La sera del 10 aprile 1991 il traghetto Moby Prince della compagnia Navarma, oggi Moby Lines, entrò in collisione con la petroliera Agip Abruzzo nella rada del porto di Livorno. In seguito all’urto si sviluppò un vasto incendio, alimentato dal petrolio fuoriuscito dalla petroliera, che causò la morte di 140 delle 141 persone a bordo del Moby Prince, tra equipaggio e passeggeri, con l’unica eccezione del giovane mozzo Alessio Bertrand di Ercolano.

Alcune circostanze non sono mai state pienamente chiarite. Dubbi ed interrogativi persistono anche in merito alle tempistiche con cui vennero messi in atto i soccorsi. L’Associazione 140 è dalla sua fondazione impegnata sulla necessità di fare luce su queste vicende.

Tags: ,